20170412

La 30ma edizione Rassegna Internazionale Capolavoridi musica religiosa iniziata con un sensazionale successo

di Gianni Riva
LECCO - Grandi e forti emozioni per il pubblico che nella Basilica di San 
Nicolò ha assistito al concerto per voci ed orchestra "Membra Jesu Nostri" un 
oratorio composto da Dietrich Buxtehude nel 1680 che raccoglie sette cantate.
Quest'opera è riconosciuta come il primo oratorio luterano. Il testo, "Salve
mundi salutare", conosciuto anche come "Rhythmica oratio", è un poema dello 
scrittore


medioevale Arnolfo di Louvain, morto nel 1250. L'oratorio è diviso in sette 
parti, ciascuna
delle quali corrispondente ad una parte del corpo crocifisso di Gesù: piedi, 
ginocchia, mani,
costato, torace, cuore e volto. Un finale pieno di emozione eseguito da cinque 
solisti: le soprano: Carlotta Colombo, la giapponese Azusa Kubo, il contralto 
coreano Hyun jung Oh, il tenore Giorgio Tiboni e il basso Alessandro Ravasio. 
Un brano carico di intensità_"Quando mi ordinerai di lasciare il mondo,
Gesù caro, appari,amante da abbracciare,mostrati in quel momento nella croce 
di salvezza". Al termine del concerto standing ovation per la bravura dei 
solisti ma in particolare del complesso musicale Caecilia Consort e del maestro 
Antonio Eros Negri che ha voluto affermare al termine: "E' una partitura sacra 
che ogni volta mi regala forti sensazioni". Il concerto al quale hanno 
assistito il Sindaco Virginio Brivio e il Prevosto Monsignor Francpo Cecchin 
era il primo appuntamentodella Rassegna Internazionale “Capolavori di musica 
Religiosa” giunta alla sua 30ma edizione, Un' edizione che ha come tema: "Un 
nuovo modo di sentire la musica I 500 anni della Riforma 
Protestante" 
La riforma protestante rivoluzionò la musica sacra. 
.La Rassegna Internazionale è 
organizzata dalle sue origini dall'Associazione Harmonia Gentium presieduta 
da 
Raffaele Colombo. I due concerti successivi della rassegna sono mografici e 
proporranno un percorso musicale del compositore tedesco-protestante per  
antonomasia: Johann Sebastian Bach (1685-1750). Il 27 maggio il concerto sarà 
dedicato al repertorio strumentale per Organo, sia solistico, sia con l’
intervento di ottoni. Il concerto si terrà – presso la chiesa di S. Vigilio 
in 
Calco avrà come protagonista il M° Stefano Pellini e con la partecipazione 
di 
Simone Amelli tromba. Il terzo appuntamento sarà proposto a Lecco venerdì 6 
ottobre. È infatti in programma la Passione secondo Giovanni di Johann 
Sebastian Bach, il brano che per monumentalità e intensità è da considerarsi 
(con la Passione secondo Matteo e la Messa in Si minore) fra le maggiori 
composizioni di Bach in assoluto. Esecutori del concerto saranno il Coro di 
Bergamo Canticum Novum diretto dal M° Erina Gambarini e l’Orchestra da Camera 
LECCO - Grandi e forti emozioni per il pubblico che nella Basilica di San 
Nicolò ha assistito al concerto per voci ed orchestra "Membra Jesu Nostri" un 
oratorio composto da Dietrich Buxtehude nel 1680 che raccoglie sette cantate.
Quest'opera è riconosciuta come il primo oratorio luterano. Il testo, "Salve
mundi salutare", conosciuto anche come "Rhythmica oratio", è un poema dello 
scrittore
medioevale Arnolfo di Louvain, morto nel 1250. L'oratorio è diviso in sette 
parti, ciascuna
delle quali corrispondente ad una parte del corpo crocifisso di Gesù: piedi, 
ginocchia, mani,
costato, torace, cuore e volto. Un finale pieno di emozione eseguito da cinque 
solisti: le soprano: Carlotta Colombo, la giapponese Azusa Kubo, il contralto 
coreano Hyun jung Oh, il tenore Giorgio Tiboni e il basso Alessandro Ravasio. 
Un brano carico di intensità_"Quando mi ordinerai di lasciare il mondo,
Gesù caro, appari,amante da abbracciare,mostrati in quel momento nella croce 
di salvezza". Al termine del concerto standing ovation per la bracura dei 
solisti ma in particolare del complesso musicale Caecilia Consort e del maestro 
Antonio Eris Negri che ha voluto affermare al termine: "E' una partitura sacra 
che ogni volta mi refala forti sensazioni". Il concerto al quale hannop 
assistito il Sindaco Virginio Brivio e il Prevosto Monsigmnor Francpo Cecchin 
era il èprimo appuntamentodella Rassegna Internazionale “Capolavori di musica 
Religiosa” giunta alla sua 30ma edizione, Un' edizione che ha come tema: "Un 
nuovo modo di sentire la musica I 500 anni della Riforma 
Protestante" 
La riforma protestante rivoluzionò la musica sacra: 
.La Rassegna Internazionale è 
organizzata dalle sue origini dall'Associazione Harmonia Gentium presieduta 
da 
Raffaele Colombo. I due concerti successivi della rassegna sono mografici e 
proporranno un percorso musicale del compositore tedesco-protestante per  
antonomasia: Johann Sebastian Bach (1685-1750). Il 27 maggio il concerto sarà 
dedicato al repertorio strumentale per Organo, sia solistico, sia con l’
intervento di ottoni. Il concerto si terrà – presso la chiesa di S. Vigilio 
in 
Calco avrà come protagonista il M° Stefano Pellini e con la partecipazione 
di 
Simone Amelli tromba. Il terzo appuntamento sarà proposto a Lecco venerdì 6 
ottobre. È infatti in programma la Passione secondo Giovanni di Johann 
Sebastian Bach, il brano che per monumentalità e intensità è da considerarsi 
(con la Passione secondo Matteo e la Messa in Si minore) fra le maggiori 
composizioni di Bach in assoluto. Esecutori del concerto saranno il Coro di 
Bergamo Canticum Novum diretto dal M° Erina Gambarini e l’Orchestra da 
Camera