20170405

Motorizzazioni in Lombardia, fino a due mesi per il rinnovo di una patente: Confarca lancia l’allarme


Fino a due mesi per il rinnovo di una patente. Sono i tempi registrati in alcune delle Motorizzazioni civili della Lombardia, alle prese con una vera e propria emergenza che sta mettendo in ginocchio gli imprenditori dei settori automobilistici e nautici. 

Da Milano agli altri centri della regione, i tempi d’attesa sono mediamente stimati entro il mese, con punte record nel Comasco.  Mentre nella città di Brescia oltre 150 autoscuole del territorio denunciano tempistiche che superano i trenta giorni, a Como si attendono due mesi per il rinnovo delle patenti nautiche. A denunciarlo è la Confarca, la confederazione nazionale che rappresenta i titolari delle scuole nautiche e delle autoscuole.

“Malgrado gli sforzi della dirigenza della Motorizzazione di Como – afferma Marco Morana, responsabile dell’area nord Italia della sezione nautica di Confarca – ormai i nostri associati lamentano ritardi fino a due mesi per il rinnovo di un documento che, va sottolineato, è uno dei meno richiesti rispetto alle altre patenti. Una situazione che fa di Como la maglia nera in una regione dove i ritardi sono all’ordine del giorno e condizionano l’intero comparto”.
Come a Como così a Brescia, dove dalla fine dello scorso anno per il rinnovo una patente di guida di può attendere fino ad un mese, con notevoli disagi per i titolari delle scuole guida e nautiche. “È dal mese di febbraio che chiediamo un incontro con il dirigente della motorizzazione di Brescia, senza però alcuna risposta – denuncia il segretario nazionale della sezione nautica della Confarca, Adolfo D’Angelo – I tempi per i rinnovi delle patenti di guida e nautiche sono troppo lunghi, si rischia di arrivare ad una congestione delle richieste di rinnovi a ridosso del periodo estivo che potrebbe ulteriormente aggravare il già compromesso settore della nautica”.