20170515

Il comitato provinciale Unicef ha assegnato a 4 bambini il compito di ambasciatori di pace.



di Gianni Riva.
LECCO - Pietro Benedan di Lecco, Alexander Lukic di Primaluna, Leo Cipi di Cornate D'Adda, Francesco Bolzoni di Cisano Bergamasco. Tutti con pochi mesi di vita nati negli ospedali di Lecco e Merate sono i nuovi ambasciatori di pace nominati dal comitato provinciale Unicef presieduto da Roberta Galli.
Nell'aula magna dell'Ospedale Manzoni, in una simpatica cerimonia, alla presenza dei neonati accompagnati, ovviamente dai propri genitori hanno ricevuto il titolo. Una coccarda che li accompagnerà per tutta la loro vita. , come per Alexander  figlio di genitori croati,.Il piccolo era nato al Manzoni per primo del 2017 il I gennaio dopo oltre sei ore fra travaglio e parto dellla mamma Ivona di 19 
anni con la grande commozione di papà Martin Lukic di 21. La coppia risiede nel comune di Primaluna dove il neo papà lavora come metalmeccanico. E proprio il comune di residenza con l'assessore comunale Franca Maroni presente alla cerimonia può ora contare del piccolo ambasciatore di pace. All'ospedale 
Mamzoni invece, nel pomeriggio di sabato 31 sicwembre 2016 alle 14,35 era venuto alla luce Pietro: terzo figlio di Marta e Giacomo Benedon che risiedono nel quartiere di Maggianico. Rione dell'assessore comunale di Lecco Stefano Gheza che nella circostanza ha voluto consegnare la coccarda al piccolo Pietro. "Noi vogliamo augurare a questi piccoli - afferma Roberta Galli presidente dell'Unicef provinciale - coronare i loro sogni e nello stsso tempo affidiamo il compito ai genitori per aiutarli a realizzarli", La cerimonia di consegna delle coccarde di ambasciatori di pace ha avuto anche il contorno della musica da parte della scuolaDon Borghi di Calco. Il gruppo formato da giovanissimi diretto dal maestro Damiano Cricri ha voluto aprire l'incontro suonando l'inno della gioia. Un miglior inizio non poteva esserci.