20170525

LAGO DI COMO, il mercato immobiliare vola grazie agli stranieri


Nell’ultimo anno le località monitorate del lago di Como sono state contrassegnate da dinamiche differenti a seconda delle specifiche zone. Secondo l’esperienza delle agenzie Gabetti, si è riscontrata una buona domanda turistica per il centro città e il lungo lago di Como e Lecco, oltre che per i comuni di Cernobbio, Moltrasio e Laglio, sul ramo comasco, e Mandello del Lario, Varenna e Lierna, su quello lecchese.
Per quanto riguarda le transazioni, complessivamente, secondo l’esperienza delle agenzie, nel 2017 il riscontro è stato positivo, dopo un 2016 che, secondo i dati OMI, aveva visto una sensibile crescita soprattutto per il comune di Lecco (+45,2%, per un totale di 496 transazioni) e Como (+22,5%), che mantiene volumi complessivi più elevati, per un totale di 1.002 transazioni registrate nell’anno. Per quanto riguarda il ramo comasco, a Como i prezzi medi sono risultati in lieve aumento, sia per le soluzioni fronte lago che per le soluzioni più interne. Secondo i dati dell’Agenzia del Territorio, nel 2016, si è osservata una sensibile crescita a Como, che è passata da 818 compravendite nel 2015 a un totale di 1.002 nel 2016 (+22,5%). Complessivamente meno dinamico il mercato dei comuni limitrofi: Bellagio è passata dalle 51 transazioni registrate nel 2015 alle 40 del 2016, mentre Cernobbio ha registrato nel 2016 un totale di 55 transazioni, 12 in meno rispetto alle 67 del 2015. Transazioni in lieve diminuzione a Laglio, con un totale di 19 compravendite, 2 in meno rispetto al 2015, e a Moltrasio, con 18 transazioni, 6 in meno rispetto all’anno precedente. Compravendite in diminuzione anche a Carate Urio: in totale nel 2016 si sono realizzate 13 transazioi, in calo rispetto alle 30 del 2015.  Il mercato premia in questo momento le soluzioni con migliore rapporto qualità/prezzo, per le quali i potenziali acquirenti mostrano particolare interesse. Si prediligono immobili in buono stato, ben posizionati, con particolare rilievo alla presenza di balconi/terrazzi e posti auto.  Se le migliori offerte sul mercato vengono assorbite rapidamente, intorno ai 3 mesi, a livello medio i tempi di vendita sono di circa 6-10 mesi. Gli sconti in sede di chiusura risultano invece intorno al 5-10%, con una tendenza a comprare a prezzo se l’immobile soddisfa le richiese dell’acquirente. Como mantiene quotazioni elevate, che si attestano mediamente tra i 4.100 e i 5.250 € al mq per le soluzioni fronte lago, con valori superiori per particolari soluzioni di pregio. Nelle zone interne si va invece dai 1.800 ai 3.800 € al mq. Se la città piana e il lungolago hanno mostrato una maggiore tenuta, al contrario le zone più periferiche hanno subito un calo nelle richieste e nelle compravendite. Risultano particolarmente richieste dagli acquirenti di seconde case il Centro Storico (2.500 – 5.000 € al mq), Sant’Agostino (2.000 – 4.500 € al mq) e Valduce (2.000 – 3.500 € al mq).  La località di Cernobbio ha mantenuto un ruolo di primo piano in termini di richieste, configurandosi come mercato sia di prime che di seconde abitazioni. Qui i prezzi per le soluzioni fronte lago vanno dai 4.450 ai 5.250 € al mq, mentre si scende a 2.000 – 3.650 € al mq per le zone interne.  Carate Urio, Moltrasio e Laglio hanno valori compresi tra i 3.500 e i 4.750 € al mq per le soluzioni fronte lago, mentre si scende a 1.700 – 3.050 € al mq per le zone interne, con lievi differenze a seconda della località.