20170525

Ottantenni al Politecnico per conoscerlo meglio. Iniziativa del gruppo lecchese "I miei primi 80 anni"


LECCO - (gia.ri) L'aula dove gli studenti studiano i loro lavori di progettazione ha ospitato un gran numero di ottantenni felici di ricordare "i primi 80 anni" nel. simpatico incontro al Politecnico.
Donne e uomini, hanno scoperto il polo territoriale del Politecnico incontrando in particolare la pro rettore Manuela Grecchi. .Il Polo di Lecco è uno dei poli internazionali del Politecnico di Milano. Dal 2006 le lauree magistrali, erogate in lingua inglese, hanno favorito la crescita di una nutrita comunità internazionale di studenti. Nei primi sette anni di sperimentazione, sono stati coinvolti complessivamente oltre 621 studenti provenienti da tutto il mondo. Oggi la componente straniera che vive e studia in città è circa il 25% dell'intera popolazione studentesca che ammonta a più di 1600 iscritti. Il trend di crescita degli ultimi anni fa presagire un aumento costante nel prossimo futuro. L'ambiente multietnico che ne deriva consente di approfondire la conoscenza dell’inglese e arricchire il proprio curriculum sia attraverso le lezioni in lingua sia tramite la frequentazione di studenti internazionali.verso una valorizzazione di un patrimonio importante per l'intero territorio. Nel suo racconto la pro rettore Manuela Grecchi ha spiegato che ancora molto c'è da fare nel complesso universitario, spiegando: "Nella struttura andrà anche  l'archivio storico industriale Badoni e la Fonsazione Nervi in merito alle costruzioni. Spazi espositivi saranno ospitati in una sorta di significati culturali e didattici. In buona sostanza ci saranno spazi polivalenti".  Ma nella Pro Rettore c'è un sogno. "Quello di realizzare qui l'Università dei bambini. Una esperienza che mi porto dalla Sicilia dove ho insegnato. Già da bambini per la loro freschezza è importante far conoscere a loro tematiche come la sicurezza e la legalità". Al termine gli ottantenni hanno fatto visita sia alle aule che ai laboratori di ricerca ma prima il gruppo "I miei primi 80 ammi" con Umberto Cogliati e Vico Valassi hanno voluto omaggiare la dottoressa Grecchi di un mazzo di fiori ringraziandola per la lezione