20170507

Un pomeriggio di festa per chiudere iterfestival, il festival letterario promosso dal Consorzio Brianteo Villa Greppi e da PEREGOLIBRI

Domenica 7 maggio Villa Greppi ospita incontri letterari, giochi e musica 

Dall’incontro con la madre di Vittorio Arrigoni, Egidia Beretta, ai giochi per bambini. Dal concerto della Scuola di Musica A. Guarnieri all’aperitivo letterario in compagnia di Stefano “S3keno” Piccoli. Un lungo pomeriggio di appuntamenti per chiudere in bellezza iterfestival, il festival letterario promosso dal Consorzio Brianteo Villa Greppi e da PEREGOLIBRI e che a partire dal 20 aprile scorso sta proponendo una trentina di incontri con autori e personalità del mondo della cultura. Dopo aver ospitato scrittori del calibro di Sara Rattaro, Luca Bianchini, Farhad Bitani, Paola Cereda e Andrea Vitali, domenica 7 maggio la kermesse chiude il sipario nel luogo simbolo del Consorzio, Villa Greppi di Monticello Brianza, e lo fa con un pomeriggio ricco di attività diverse, adatte per grandi e piccini.



«Concludiamo con una grande festa iterfestival, che ci ha permesso – questo il commento di Marta Comi, Presidente del Consorzio Brianteo Villa Greppi – di far scoprire la bellezza di dialogare con gli autori, di ascoltare le loro storie, di conoscere i percorsi che portano alla realizzazione di un libro. Un incontro magico tra pubblico e autori che vogliamo terminare con una giornata intensa e che accontenti tutte le età, prima di darci appuntamento alla prossima edizione».

Andando con ordine, ad aprire il pomeriggio di festa sarà il gioco Play! Come giocare/suonare, dedicato ai bambini dai tre anni e in programma nel parco della Villa a partire dalle 15.30. Poi, dalle 17.30, l’incontro organizzato in collaborazione con la Fondazione Vittorio Arrigoni VIK Utopia Onlus e che porterà a Villa Greppi Egidia Beretta, madre di Vittorio Arrigoni e curatrice del libro Il bambino che non voleva essere un lupo. Un volume, questo, scritto da Sabina Antonelli e dedicato proprio a Vik, l’attivista e pacifista nato a Besana in Brianza, sequestrato a Gaza da un commando terrorista e giustiziato nell’aprile del 2011. È lui, infatti, il bambino che non voleva essere un lupo, perché nel mondo da lui sognato, giusto e privo di barriere, muri o bandiere, un uomo non è mai lupo per un altro uomo ma semplicemente fratello.

Egidia Beretta sarà protagonista, quindi, di alcune letture tratte dal volume e, dopo l’intervento musicale che vedrà esibirsi gli allievi della Scuola di Musica A. Guarnieri del Consorzio Brianteo Villa Greppi (in programma per le 17.30), di un aperitivo letterario in compagnia di Stefano “S3keno” Piccoli, nome storico del fumetto romano che in Guerrilla Radio ha deciso di raccontare proprio la figura di Vittorio Arrigoni. L’aperitivo, fissato per le 18.30 nell’Antico Granaio della Villa, sarà quindi l’occasione per ripercorrere l’esperienza di Vik, «la fine – così si legge nella presentazione del libro di Piccoli - e l’inizio. Il volontariato. Le elezioni nella Repubblica Democratica del Congo come osservatore internazionale. La Palestina. Sempre. E poi l’interposizione non violenta. Il blog. Piombo fuso. I videomessaggi. Roberto Saviano. La guerra “se possiamo davvero chiamarla guerra”. Gli scudi umani e Gaza».