20170518

Ventotto studenti di Lonate Pozzolo(Va) e 10 allievi del Liceo Musicale Grassi di Lecco animano il centro Il Giglio.



di Gianni Riva
LECCO  - “Cultura della legalità è qualcosa di più della semplice osservanza delle leggi, delle regole; è un sistema di principi, di idee, di comportamenti, che deve tendere alla realizzazione dei valori della persona, della dignità dell’uomo, dei diritti umani, dei principi di libertà, eguaglianza, democrazia, verità, giustizia come metodo di convivenza civile.”(Pietro Grasso, ex procuratore nazionale antimafia), Un pensiero che fa parte anche all'insegamento all'Istituto Comprensivo Carminati di Lonate Pozzolo (Varese). Una delegazione di 28 alunni della scuola media accompagnati dalla preside Fabiana Ginesi e dai docenti Chiara Zafferano e Giusi Blanco ha incontrato due beni confiscati alla mafia come le ex pizzerie Giglio e Wall Street.Gli immobili, che appartengono ora alla comunità lecchese, sono occupati: il primo dal centro comunale anziani e il secondo dalla pizzeria della legalità Fiore. Gli studenti del Carminati  nel loro percorso formativo sono stati coinvolti in una serie di iniziative rivolte alla cultura del rispetto e della lotta alla criminalità. e favorire la diffusione della legalità e promuoverla. Beatrice Civillini coordinatrice del centro anziani Il Giglio ha illustrato ai giovani studenti il muovo indirizzo dell’ex pizzeria della ’ndrangheta, ristrutturata,  dedicata a Emanuela Loi, uccisa dalla mafia. Emanuela Loi aveva 24 anni, il 19 luglio del 1992. Era nata a Sestu, in Sardegna, e faceva parte della scorta di Paolo Borsellino che venne fatta esplodere dalla mafia con il magistrato nell’attentato di via D’Amelio a Palermo. È a lei, alla prima donna a cadere in servizio in attività di scorta armata, che il Comune di Lecco ha intitolato ufficialmente la struttura Il Giglio per attività sociali dopo la confisca dell'immobile al clan ‘ndranghetista di Franco Coco Trovato a metà degli anni Novanta. "Portiamo a casa - ha affermato la preside della Carminati, Fabiana Ginesi  - questa bella esperienza che viene svolta in particolare al Giglio nel segno della solidarietà e del  rapporto fra giovani e anziani".  Il centro anziani comunale di via Ghislanzoni festeggia i due anni di esperienza positiva. Al termine il gruppo ha avuto anche l'opportunità di visitare il quartiere di Pescarenico tanto caro a Manzoni. Ma al centro l'attività è proseguita con l'ascolto della musica classica grazie a 10 allievi del liceo musicale Grassi di Lecco accompagnati dall'insegnante Silvia Tuja che si sono espressi  al flauto con musiche di graandi autori, meritandosi gli allapusi dei presenti. Una presenza quella dei giovani del Liceo Musicale Grassi che piace e che avrà un prologo anche in altre circostanze estive.