20170609

Ad un anno dalla sua scomparsa è stato ricordato allo studio Bibliografico «G.Maitre» il librario Fabio Aldeghi



di Gianni Riva
LECCO- Ad un anno dalla scomparsa di Fabio Aldeghi, storico librario dell’ex libreria Cavour il ricordo di amici e di chi ha avuto il modo di conoscere la sua simpatia e l'amore per i libri e la cultura. Ad organizzarlo presso lo studio Bibliografico «G.Maitre» di via Bovara a Lecco due dei suoi amici più cari:Alberto Casiraghy, editore, aforista, illustratore, e fondatore della casa editrice Pulcinoelefante, dove nella sua bottega, a Osnago, è meta di molti artisti, disegnatori e poeti, amici e il poeta e scrittore dialettale Aristide Angelo Milani di Lecco. Aldeghi di Verderio, per 15 anni è stato il front-man del noto negozio Libreria di via Cavour , riuscendo a portare a Lecco importanti autori e personaggi pubblici che raggiungevano il capoluogo manzoniano per presentare le proprie opere ai lettori. larga fascia di personalità appartenenti non solo al mondo delle lettere ma anche alla società civile: dalla Merini a Pontinia,

da Zecchi alla Sveva casati Modigliani, da Fabio Volo ai giornalisti Caprianica e Giacobini, dal vescovo  Milingo a Zanardi, dalla Litizzetto al d.j Linus: tanto per fare cenno ad alcune delle tante figure che Aldeghi ja portato a Lecco. Alberto Casiraghy, spiega; "Fabio è stata una figura senza dubbio atipica per il panorama lecchese, ha saputo animare il mondo della cultura cittadina. Aveva anche un carattere particolare, sapeva regalare attimi di grande amicizia ed improvvisamente chiudeva i rapporti, per poi riaprirli tornando a sorriderti. A me manca molto" "Morirò con un libro fra i denti’ era uno dei suoi aforismi - ha ggiunto un commosso Aristide Angelo Milani - e ricordarlo qui davanti alla sua fotografia, in un luogo dove libri e la cultura sono un tutt'uno e dove mi veniva a trovare in bottega, è come rivederlo e pensarlo lassù con un altro amico come Angelo Sala veramente mi fa commuovere". 

Presente anche Rosaria Bonacina vedova dello scrittore e giornalista Angelo Sala che ricorda: "Era splendida la collaborazione che avevano e l'amore per i libri e la storia che raccontava Angelo nei suoi libri. Anche per me pensarli in cielo mentre ancora parlano di libri mi commuove". Presente anche Rosella sorella di Fabio Aldeghi che ha voluto ringraziare il gesto d'amnore verso il fratello da parte di Milani e Cariraghy. che ha boluto ricordare: un epispdio accaduto nella libreria Rizzoli di Milano dove Aldeghi lavorò prima di Lecco: "Un giorno - racconta Casiraghy - ero con Fabio in libreria quando una suora cercava un vocabolario. Quello che voleva costava troppo caro allora Fabio compì un grande gesto regalandolo alla religiosa. 

Questo era il suo animo".Aldeghi. grande amico dell’ex sindaco di Lecco Lorenzo Bodega, nel 2001 aveva ricevuto dal borgomastro la medaglia d’argento di San Nicolò. . Nel 2012, dopo l’addio alla libreria Cavour, ha collaborato per un certo periodo con la Mondolibri di via Bovara. Nel ricordo del primo anno della sua scomparsa presenti. l'assessore comunale all'Istruzione Salvatore Rizzolino e il prevosto di San Nicolà Monsignor Franco Cecchin giornalista e scrittore.