20170615

Allo spazio Il Giglio ospite Marisa Gabbioni: "non c'è futuro se viene dimenticato il dialetto e la menoria di un passato non del tutto perso"




di Gianni Riva
LECCO - Il racconto dialettale di un viaggio nella memoria in compagnia di Marisa Gabbioni. Il dialetto è la voce del cuore. La voce delle comunità sentita fin dall’antichità. Furono infatti proprio i greci i primi ad avvertire il bisogno di una  lingua comune. 
Un tuffo nei ricordi, con la leggerezza e la profondità tipica della poesia.e cacconti dialettali jl'ha dato Marisa Gabbioni 88 anni di Oggiono. Ne sono stati testimoni gli anziani del centro comunale Il Giglio di Pescarenico. La Gabbioni è autrice di due pubblicazioni: Viaggio nei ricordi e Pescà nella memoria.La signora che ha l'hobby della scrittura  e recita le sue poesie in dialetto brianzolo, ha emozionato il pubblico.. Il merito della Gabbioni è quello di un canto alla memoria di un mondo passato, ma non del tutto perduto.Nello spazio Il Giglio i nonni lecchesi ascoltandola hanno rivissuto quegli anni,  forse più felici degli attuali. Un viaggio nella memoria  di un territorio, come quello, in paricolare oggionese, che ha subito profondi cambiamenti, mastodontici stravolgimenti. Nella voce e negli occhi della Gabbioni la profondità nell'amore della vita. "A me è sempre piaciuto scrivere - ha detto nel suo incontro con gli anziani lecchesi - e in questo mio lungo viaggio e racconti di molti anni ho voluto riscoprire i valori di quegli anni. Un mondo contadino povero ma felice". Ma la signora Marisa nel suo "viaggio" nella memoria il ricordo di suo marito Tino perso due anni fa. "A me manca molto . e si commuove - nel '47 s'imbarcò da marinaio su una nave. Alla sera pensandolo gli scrivevo delle lettere. E dico delle belle lettere. Nel '55 ci sposammo ma l'amore è stato troppo forte rispetto a quelle lettere  scritte con cuore e dialetto". La signora Gabbioni, prima del suo incontro, è stata presentata al pubblico dalle edicatrici del centro comunale Il Giglio. Beatrice Civillini e Katia Zucchi.. Morale dell'appuntamento programmato nelle iniziative dello spazio Giglio: "un pomeriggio che ha fatto bene agli anziani presenti che, grazie alla Gabbioni, hanno vissuto tramite poesie e racconti una loro parte di vita che purtroppo appartiene ai ricordi". Ma così va la vita.