20170602

Gitalia Jacquard: è già operante e in via di perfezionamento una soluzione innovativa nella lotta alla contraffazione dei prodotti tessili jacquard


È di Gitalia Jacquard, l’azienda che opera nel settore dei tessuti jacquard per abbigliamento di gamma medio-alta di Costa Masnaga (LC), l’idea destinata a dare un contributo nella lotta alla contraffazione nei settori che utilizzano materiale tessile jacquard nelle loro produzioni.


Se ad oggi, infatti, le etichette vengono attualmente applicate sul prodotto finito realizzato con tessuto, e sono quindi potenzialmente asportabili, Gitalia Jacquard possiede una tecnologia per la quale il QR code distintivo che consente la tracciabilità del prodotto, diventa parte integrante dell’intreccio tra trama e ordito.

“Il QR code che contiene tutte le informazioni riguardanti il tessuto ed anche il prodotto finale, grazie alla nostra tecnica saranno inserite direttamente nel tessuto diventando quindi parte integrante del prodotto stesso – sottolinea Gianni Ruggeri, titolare di Gitalia Jacquard. Si tratta di una innovazione in quanto solo il sistema jacquard garantisce l’origine del prodotto finale scongiurando la falsificazione”.

“Non solo il produttore, ma anche il consumatore finale sarà più tutelato, poiché leggendo il QR code con uno smartphone potrà visualizzare velocemente tutte le informazioni sul prodotto prima di acquistarlo – continua Gianni Ruggeri. Schede tecniche, origini dei materiali e molte altre informazioni potranno essere rese disponibili in modo immediato, certi che resteranno sempre legate a quel determinato articolo”.

Gitalia Jacquard nasce nel 1955 ed è oggi guidata da Gianni Ruggeri e dai figli Luca e Marco. Gitalia è una tessitura di piccole medie dimensioni che si avvale della collaborazione di 15 dipendenti e di numerosi terzisti di lunga tradizione artigianale tessile jacquard.
Nei territori lariani hanno operato nel passato numerosissime generazioni di tessitori che hanno saputo trasformare i loro tessuti in opere d’arte invidiate in tutto il mondo.
“Penso sia dovere di ogni attuale tessitore tutelare tale patrimonio di conoscenza anche passando dai nuovi sistemi, a cominciare dal digitale”.

La tradizione, l’artigianalità, il digitale, l’informatica devono camminare di pari passo e questa nuova fusione rappresenta il futuro per le PMI di tutto il nostro territorio.
Gitalia lancia questa nuova proposta guardando al futuro e alle mille opportunità che tale idea può generare.

Un particolare ringraziamento va allo studio Morris che ha collaborato alla messa a punto della parte informatica.