20170610

Per il 90° anniversario di fondazione della Morganti – Kapriol SpA una spedizione alpinistica internazionale in Cina




“La storia di un’azienda ricorda per molti aspetti un’ascensione in montagna. Occorrono coraggio e determinazione nel perseguire un obiettivo ambizioso e tracciare una nuova via. Preparazione e allenamento per saper affrontare gli ostacoli e i passaggi più difficili. Visione e lucidità per individuare la via migliore per arrivare alla cima. Ma soprattutto, quando si procede in cordata, è necessario un affiatamento totale tra i componenti, una completa condivisione degli obiettivi e una assoluta corresponsabilità. È questo il segreto del successo”.

Così Franco Morganti, amministratore delegato di Morganti SpA, storica azienda lecchese con sede a Civate e stabilimenti a Lecco e Molteno, spiega la scelta compiuta in occasione del 90° anniversario di fondazione, di legare il marchio Kapriol alla montagna, individuando tre giovani ma già affermate promesse dell’alpinismo internazionale, con cui dare vita a un un proprio team, il “K Team”. All’italiano Luca Schiera, all’italo-francese Corrado Korra Pesce e al tedesco Roland Hemetzberger il compito di indossare le vesti di brand ambassador e compiere una spedizione alpinistica di grande fascino e interesse in Cina.

“Abbiamo scelto la Cina perché ci affascinava molto questo luogo, dove nessuno di noi ha mai scalato. – ha spiegato Luca Schiera Le montagne hanno caratteristiche morfologiche che ben si prestano alle nostre differenti attitudini”. “Non ci conoscevamo prima di questa esperienza. Nelle scorse settimane abbiamo insieme affrontato qualche salita sulle montagne lecchesi. – ha aggiunto Roland Hemetzberger Ora ci troveremo per quasi un mese a vivere insieme 24 ore su 24, dovendo anche affrontare la vita quotidiana in un Paese come la Cina che presenta molte zone chiuse al turismo e dove la lingua non è certo facile. Questa spedizione ha dunque anche un valore relazionale significativo”. “Scaleremo pareti sino ad oggi inesplorate, aprendo nuove vie. – ha affermato Corrado Korra Pesce Siamo tutti e tre di indole avventurosa. Ma ciò non significa prendersi inutili rischi. Del resto la stessa Morganti Kapriol nei prodotti che realizza ha sempre a cuore la sicurezza di chi lavora”.
La spedizione, che prenderà il via il prossimo 3 settembre, porterà il “K Team” prima nella zona di Balagezong, dove si trovano alcune pareti di calcare fino a quota 5.000 metri, mai salite e quasi sconosciute e, quindi, dopo circa dieci giorni, verso il confine con la Mongolia, 4.000 km più a nord, in una zona chiamata Keketuohai, dove gli alpinisti tenteranno di aprire una loro via sul granito di queste montagne.
A presentarla sono stati gli stessi alpinisti presso la sede della Morganti SpA, insieme ai vertici dell’azienda, divenuta in 90 anni di storia, sinonimo di qualità, innovazione e affidabilità negli utensili, nell’abbigliamento e nei dispositivi di sicurezza per l’edilizia e, più in generale, per l’industria: il presidente Sandro Morganti, con i figli Franco (amministratore delegato) e Alberto (direttore generale).


“Questa impresa – ha sottolineato Alberto Morganti si inserisce da un lato nel solco della tradizione alpinistica dei Ragni, che ha avuto quale culla le nostre montagne e che ha contribuito a promuovere Lecco e il suo territorio in tutto il mondo, grazie alla conquista di alcune tra le più prestigiose cime dei diversi continenti e alla presenza di importanti attori quali Riccardo Cassin, Carlo Mauri e Walter Bonatti; dall’altro interpreta efficacemente la vocazione internazionale della nostra azienda, con proprie filiali in Francia e Germania, uffici di rappresentanza in Estremo Oriente e una presenza commerciale distribuita in quasi 70 Paesi”.
In occasione della conferenza stampa è stato anche proiettato il docufilm “In cordata – 90 anni al vertice”, prodotto dall’agenzia Welcome srl con la regia di Filippo Salvioni e il coordinamento di Fabio Palma, che ripercorre le principali tappe della storia della Morganti-Kapriol, stabilendo un originale parallelismo con le vicende dell’alpinismo lecchese e i suoi valori.

“I valori della montagna sono quelli che appartengono anche alla nostra azienda e alla nostra storia. A cominciare dal rispetto e dall’attenzione per ogni singola persona. La stessa attenzione che ci porta a creare rapporti di lungo termine con i nostri dipendenti, clienti e fornitori, che dimostrano di condividere i nostri stessi obiettivi e che ci porta a realizzare prodotti che guardano alla sicurezza di chi li utilizza, al loro comfort e alla loro protezione. E, accanto a questo, vi è il rispetto e l’attenzione per la natura, come testimonia il capriolo che abbiamo scelto negli anni Settanta a simbolo del nostro marchio” ha affermato Sandro Morgante.

A conclusione della conferenza stampa è stato infine presentato, in anteprima, il nuovo martello “EVO 9.0” in edizione limitata, che si ispira nel design alle picozze utilizzate in montagna: realizzato impiegando le più moderne lavorazioni meccaniche, presenta un manico in legno particolarmente slanciato e sagomato in modo da garantire il migliore grip.