20170715

Confartigianato Lecco: Impresa 4.0: nasce l’artigiano del futuro


Lo scorso 13 luglio si è svolto nella sede di Confartigianato Lecco un affollato incontro per spiegare come accedere alle agevolazioni previsti dal piano nazionale “Industria 4.0”, rivolto alle imprese che investono nella trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi. Oltre cinquanta imprenditori hanno appreso come sfruttare le formule del super e dell’iperammortamento, che consentono di ammortizzare gli investimenti effettuati nei settori ad alta innovazione nella misura del 140 e del 250% dell’investimento stesso, a seconda delle caratteristiche dei beni acquistati. 


“Innovazione 4.0 - ha sottolineato il perito industriale Marco Buffoni - non vuol dire introdurre semplicemente un macchinario all’avanguardia dal punto di vista tecnologico, ma nel saper combinare diverse tecnologie in modo da integrare il sistema di fabbrica e le filiere produttive in un sistema connesso, in cui macchine, persone e strutture informative collaborano tra loro per creare servizi, prodotti e ambienti di lavoro piu intelligenti”. 

Armando Dragoni, responsabile fiscale dell’Associazione, ha poi illustrato la normativa fiscale e l’ambito di applicazione della legge, evidenziando come l’accesso alla misura è prevista anche per le imprese individuali, indipendentemente dal regime contabile. Un suggerimento importante è quello di produrre sempre una perizia tecnica giurata, anche se non obbligatoria per investimenti inferiori ai 500mila euro, attestante che il bene possiede le caratteristiche previste dalla legge ed è interconnesso al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura. Un servizio, anche questo, che Confartigianato Lecco è in grado di fornire ai propri Associati. 

E’ la prima volta – ha sottolineato il segretario generale Vittorio Tonini - che il Governo mette a disposizione strumenti concreti che potranno riportare l’economia italiana a livelli competitivi. L’utilizzo intelligente delle tecnologie digitali aiuterà enormemente le piccole imprese a sviluppare il loro business. In questo percorso, la nostra Associazione si pone come riferimento per gli imprenditori, con una consulenza specifica per impostare la strategia migliore nell’accesso ai diversi supporti e bandi previsti a livello nazionale e regionale”. 

“L’innovazione - ha concluso il presidente Daniele Riva – è la chiave di volta per lo sviluppo e la crescita delle imprese artigiane. Molti associati sono impegnati nella sfida di far entrare stabilmente le tecnologie digitali nelle proprie aziende. C’è chi ha già raggiunto risultati eccellenti, rivoluzionando il modo di lavorare attraverso l’uso di reti settoriali, fibra ottica, commercio elettronico, tecnologie connesse online, grazie alle quali produzione e servizi si compenetrano in una dimensione di mercato globale”.