20170727

I GIOVANI SI CONFRONTANO SU EUROPA E IMPRESA

All'incontro promosso da Confcommercio Lombardia presente anche il presidente del Gruppo Giovani di Confcommercio Lecco, Claudio Somaruga


Anche il presidente del Gruppo Giovani di Confcommercio Lecco, Claudio Somaruga, ha preso parte lo scorso 24 luglio a Milano all'incontro promosso dai Giovani Imprenditori di Confcommercio Lombardia, con gli europarlamentari Brando Benifei (Pse) e Lara Comi (Ppe).

"Si tratta di occasioni di confronto importanti per i giovani e per il mondo che rappresentiamo del commercio, del turismo e dei servizi - sottolinea Somaruga, che è anche vicepresidente di Confcommercio Lecco - Fare impresa “da giovani” in Lombardia, guardando anche alle opportunità dell’Europa, è un tema sempre più centrale e strategico. Ho apprezzato la sintonia mostrata nei loro interventi da Lara Comi e Brando Benifei: almeno in Europa è fondamentale che i nostri rappresentanti, anche se appartenenti a schieramenti diversi, stiano dalla stessa parte. E' importante che la politica italiana sappia unire le forze a Bruxelles e a Strasburgo, in nome degli interessi del Paese, in particolare dei giovani e degli imprenditori".
 “Commercio, ristorazione e servizi alle imprese, dalla comunicazione all’Ict, sono gli ambiti che attraggono maggiormente i giovani - ha spiegato Maurizio Ricupati, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confcommercio Lombardia - I nostri settori si prestano naturalmente all’apporto dei giovani, considerato che innovazione, creatività, propensione al rischio e autonomia sono caratteristiche tipiche e vincenti. Ma non bisogna dimenticare il valore dell’esperienza e l’importanza del supporto e dell’accompagnamento delle organizzazioni imprenditoriali, per non rischiare passi falsi. Anche le opportunità che l’Unione Europea può mettere in campo – dal matching agli scambi culturali, passando per i finanziamenti allo start up – possono rappresentare un tassello ulteriore per passare dall’idea all’impresa”.
La fotografia dei giovani lombardi alle prese con il mondo del lavoro, diffusa per l'occasione, presenta luci e ombre. Il tasso di disoccupazione giovanile si attesta al 18.7%: un dato in calo ma ancora ben lontano dalle medie dei principali Stati europei (Germania 4.6%, Belgio 8.6%, Francia 10.4%) e dalle grandi Regioni “motori” delle economie UE (Baviera 2.9%, Rhône Alpes 9.1%, solo la Catalogna è in linea con la Lombardia al 18.7%). Tuttavia il nostro Paese conferma una forte componente di imprese a trazione “giovane”, e in Lombardia si contano oggi oltre 75.000 attività guidate da under 35, di cui 26.000 nella sola Milano (in aumento del 6% rispetto allo scorso anno).