20170704

Il cinema d'animazione fa tappa per la prima volta nella città del Manzoni


(gia.ri) Dal 5 al 9 luglio 2017 alle 21,30 Lecco ospiterà la 1a edizione di Fantasmagorie – Piccola rassegna di cinema d’animazione. Il festival, organizzato da DinamoCulturale e diretto dal critico cinematografico e direttore del settimanale di cinema “Film Tv” Giulio Sangiorgio, sarà ospitato in Piazza Garibaldi, .L'iniziativa sarà anche l'occasione per far convergere a Lecco amanti e appassionati delle arti audiovisive e dell'animazione. 
"Il Festival del Cinema di Animazione - aggiunge Luca Pedrazzoli, responsabile del Servizio Giovani del Comune di Lecco - offre ai lecchesi la possibilità di approfondire la conoscenza cinematografica abbinando allo svago la cultura e, con il Festival, si chiude il ciclo annuale di intense collaborazioni tra Servizio Giovani e Dinamo Culturale che, a partire dal corso "Capire la storia del cinema" e passando per la rassegna Cinema Italiano Oggi, Ieri & Off, ha offerto diverse occasioni di approfondimento culturale". A Lecco dopo quasi 80 anni , è seguita la necessità di raccontare  pionieri isolati dell'animazione italiana, raccogliendo in particolare i pochi titoli a oggi conservati di animazione stop motion dei primi 60 anni del cinema italiano, con la collaborazione e il supporto di cineteche e degli archivi nazionali che ne conservano gli originali in pellicola (Cinecittà Luce, Filmoteca Regionale Siciliana, Museo degli Usi e dei Costumi della Gente Trentina, Cineteca Lucana, Cineteca Italiana, Fondazione Pirelli, Cineteca del Friuli). Il programma di questa rassegna, consiste in una decina di cortometraggi, omaggerà, tra gli altri, i due maggiori creatori di pupazzi animati nell'Italia degli anni 30 e 40, l'italo-ucraino Paul Bianchi (poi tra i più rinomati animatori di Carosello, ma ancora da riscoprire nelle rase animazioni non promozionali) e l'etnologo italo-boemo Giuseppe Sebesta, spaziando da uno dei primi esempi narrativamente
Sezione principale della rassegna è French Touch, ovvero il tocco francese dell'animazione contemporanea, una delle poche realtà a livello mondiale (e di gran lunga il leader continentale) che si è dimostrata capace di competere con lo strapotere della Pixar. Com la rassegna Lecco su si colora dei grandi successi animati dell'ultima stagione cinematografica:Mercoledì 5 Luglio  si parte con La tartaruga rossa di Michaël Dudok de Wit, un'opera prima, presentata al Festival di Cannes, che racconta, con la necessaria semplicità (non servono parole, non servono dialoghi, non serve la voce fuori campo: bastano le immagini), della vita, della morte, degli addii.