20170812

E' di Lecco il Gen. Silvano Frigerio nuovo Comandante della 1ª Regione Aerea di Milano, uno degli Alti Comandi dell’Aeronautica Militare


di Gianni Riva
LECCO - I lecchesi sono un popolo di artisti, di scrittori, di giornalisti, di pensatori, di scienziati, di navigatori e trasmigratori. viaggiatori ma ora è anche protagonista di una storia fresca in un capoluogo semideserto in questi giorni feriali.  Il Generale Silvano Frigerio ha assunto il  Comando della 1ª Regione Aerea, uno degli Alti Comandi dell’Aeronautica Militare, ed è responsabile, per mezzo degli organismi a esso subordinati, delle funzioni territoriali della Forza Armata per l’Italia settentrionale fino a Marche e Toscana, oltre che le attività presidiarie nei riguardi degli enti governativi lombardi. L'alto Ufficiale subentra al   generale di Squadra Aerea Settimo Caputo.
Oltre al Comando della 1ª Regione Aerea,  il Generale Frigerio mantiene anche il Comando delle Forze da Combattimento dell'A.M.  - assunto nel settembre scorso, sempre con sede a Milano -  da cui dipendono 7 Stormi e 2 Comandi d'Aeroporto con oltre 200 velivoli da combattimento [inclusa la Pattuglia Acrobatica Nazionale] e un totale di circa 8000 militari e dipendenti civili.  
Il Generale Frigerio è nato a Lecco il 3 novembre 1963, ha frequentato l’Accademia Aeronautica (dal 1982 al 1986) con il Corso “Borea IV”, ottenendo il brevetto di Pilota Militare. Inoltre, ha conseguito la laurea in Scienze aeronautiche presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, il master in Studi militari strategici internazionali presso la L.U.I.S.S. di Roma, il master in International military strategy studies presso l’Air University di Maxwell AB (U.S.A.) e nel 2005 si è laureato in Scienze politiche presso l’Università degli Studi di Trieste. Ha all’attivo oltre 2800 ore di volo su 10 differenti velivoli (di cui più di 2300 su velivoli da combattimento F104 e Tornado IDS), maturando una considerevole esperienza operativa sia in contesti nazionali che internazionali. Nel 2012 ha assunto l’incarico di vice Capo del 3° Reparto-Politica Militare e Pianificazione dello Stato Maggiore Difesa. Inizialmente responsabile della Politica delle Alleanze e della Direzione Strategica delle Operazioni, è stato responsabile della Pianificazione Generale dello Strumento Militare nazionale, ove ha dato inizio al processo di sviluppo delle direttive ministeriali contenute nel Libro Bianco per la Difesa, emanato nel 2015.