20170825

PIETRA DI LUNA “Arrampicate nella Sardegna meno conosciuta” con intervento di Maurizio Oviglia Giovedì 14 settembre 2017 al DF Sport Specialist a Bevera di Sirtori




di Renato Frigerio Se dovessimo presentare un alpinista in funzione della sua attività in montagna, ci troveremmo più che imbarazzati con Maurizio Oviglia, il personaggio che è stato invitato ad animare la serata “A tu per tu”, programmata per le ore 20 di giovedì 14 settembre, presso DF Sport Specialist a Bevera di Sirtori.
Nell’intreccio delle sue arrampicate in ogni parte del mondo, non sapremmo nemmeno da che parte incominciare per seguire l’evoluzione di un ragazzo che la passione per la montagna l’aveva ereditata ben presto dal padre, con il quale, a soli 10 anni, aveva fatto conoscenza con i 4000m del Gran Paradiso. Come si potrebbero allora compendiare, anche partendo semplicemente da qui, i nomi di pareti e di vette che sono state meta e conquista di un ragazzo che non si è mai fermato e che continua a stupire anche adesso che da quattro anni ha passato la cinquantina? A Lecco lo avevamo incontrato nel febbraio del 2001, e già allora lo avevamo apprezzato per come ci aveva sorpreso, non solo per le sue qualità alpinistiche, ma per come le scoprivamo sorrette da una passione per la montagna, pura e travolgente, che lo aveva interamente catturato sotto ogni aspetto. È per questo amore aperto e sconfinato che il suo ricordo ci aveva accompagnato a lungo, e non solo pertanto a motivo delle 700 nuove salite di cui già allora si arricchiva il suo curriculum. In lui avevamo intravisto la persona ammirevole che non aveva esitato nel corso degli anni a crearsi il sistema di vita verso cui si sentiva attratto, contando esclusivamente sulle sue capacità e sul suo entusiasmo, senza guardare a rinunce e sacrifici. Scorrendo pur velocemente il suo profilo personale, ci sembra quasi incredibile poi che, con tutto quel suo da fare con la montagna e l’alpinismo, Maurizio Oviglia abbia trovato il modo e il tempo per scrivere guide e libri di arrampicata, pubblicare non si sa quanti articoli su diverse importanti riviste di settore, imparare addirittura da autodidatta i programmi di disegno ed editing al computer, per cui ha creato personalmente l’impaginazione e le fotografie di quasi tutti i suoi libri. Adesso poi vediamo che collabora anche con vari siti web, per i quali scrive numerosi articoli, tenendo parallelamente conferenze in molte città italiane e straniere.
Per noi di Lecco si può dire abbia riservato un trattamento speciale, per il fatto che, bontà sua, considera ancora la nostra città come la capitale dell’alpinismo. Per questo, pur avendo a disposizione diversi film e audiovisivi di ogni genere, ha scelto per la nostra serata di farci vedere cose più tecniche, ritenendo che i lecchesi si attendano da lui soprattutto Sardegna, la terra dove ha scoperto le stupende ed irresistibili pareti che sono riuscite a strapparlo delle sublimi vette del suo amato Piemonte. All’insegna di “Pietra di Luna”, il marchio riconducibile proprio alla Sardegna, Maurizio Oviglia ci farà conoscere attraverso tre filmati che rappresentano un po’ il suo lavoro di esplorazione degli ultimi anni, rivolto soprattutto al trad climbing, con: “Blu Trad”, arrampicate a Capo Pecora, del 2012; “Garibaldi”, scalate di altri tempi, del 2016; “Altri Cieli”, Ulassai, tra arte ed arrampicata, del 2016.