20170918

Nella quarta d'andata di Serie D al Rigamonti.Ceppi 1-1 fra gli aquilotti e il Pontisola

Foto di Alessio Corti 



di Gianni Riva
LECCO - Buon pareggio per il Lecco contro  i bergamaschi  del Pontisola frutto del'1-1. Nel quaerto turno d'andata del campionato di Serie D (girone B)  al Comunale Rigamontoi-Creppi i padroni di casa cosi, così nei primi 45  minuti ma bravi nel secondo tempo dopo i cambi di mister Delppiano.
Il tecnico non convinto della prestazione dei suoi ragazzi nel primo tempo all'inizio della seconda parte toglieva un Roselli poco brillante per l'entrata in campo dell'esperto Cavalli sistemando un centrocampo poco sufficiente e, dopo successive sostitizioni il Lecco non solo pareggiava ma addirittira nel finale andava vicino al successo. Il menu del confronto. I blucelesti venivano punti al 22mo del primo tempo con una bella conclusione del "bloes" Recino che approfittava di una difesa di casa poco attenta. Un Pontisola ben messo in campo grazie anche dell'esperienza  del brasiliano Ferreira Pinto. Il 38enne  "bagnando il becco" ai più giovani avversari giocando a tutto campo. 

Dopo un primo  tempo con padroni di casa troppo timidi ecco che gli aquilotti nella ripresa diventavano leoni raccoglendo corner a ripetizione. Ma il meritato pareggio arrivava a 6 minuti dalla fine del tempo regolamentare grazie al nuovo entrato Malvestiti  che si faceva trovare a destra nella difesa avversaria e al volo fulminava  il portiere Pennesi. Il pallone sì insaccava sotto la traversa. Mei minuti successivi, compresi i 4 di recupero, i  ragazzi di mister Delpianoidavano il massimo anche se gli avversari potevano approfittare delle ripartenze. Su una di queste bravo Nava ad evitare il gol al Pontisola.

MARCATORI: Recino (P) al 22' p.t.; Malvestiti (L) al 39' s.t. Questa la formazione del I tempo:
LECCO - Nava; Mortara, Luoni,  Moleri. Bignotti, Bertani, Scaglione, Murenu, Merli, Crustifoli,  Roselli. All Delpiano. Prima della partita sul terreno di gioco del comunale grande passerella del settore giovanile bluceleste con l'augurio che nasca, non un campione, ma un bravo.calciatore e i pallomcini blucelesti lanciati dai piccoli aquilotti verso il cielo sono ben auguranti. Alla prossima-