20170921

UNA PASSEGGIATA DI COLORI E PROFUMI ECCO L’AUTUNNO NASCOSTO DI ARABBA


L’autunno in montagna, e sulle Dolomiti ancor di più, è una stagione tutta da vivere.
Ad Arabba sapori, profumi e suoni assumono sfumature e sensazioni che si cullano nell’aria fattasi più fresca e che dà il via alla danza delle foglie. Uno spettacolo a cielo aperto cui si può assistere passeggiando sul sentiero Viel del Pan (l’antica via del pane), località di Livinallongo del Col di Lana nella valle di Fodom, e che collega Porta Vescovo al passo Pordoi.
Il percorso è facile, adatto a tutti, anche a quelli che durante l’estate hanno scelto di rilassarsi al mare e sono fuori allenamento, alle famiglie con bambini e alle coppie che vogliono concedersi un weekend nella natura allontanandosi dalla città.  
Il massiccio della Marmolada “sorveglierà” il percorso come un gigante silenzioso e accoglierà gli escursionisti non appena scesi dalla funivia di Porta Vescovo, la cui 
stazione è situata nel centro di Arabba. La passeggiata inizia proprio da qui, lungo il segnavia numero 601 che prende, appunto, il nome di Viel del Pan.
Lungo il cammino, l’ombra del ghiacciaio si staglia fino alle acque del Lago Fedaia che apre l’orizzonte al Sas Becè e al Gruppo del Sella. Dopo tre ore di cammino, magari intervallate da una gustosa sosta al rifugio Viel del Pan (2432m s.l.m), si arriva alle pendici del Piz Boè, al passo Pordoi, dove il Museo della prima Guerra Mondiale e l’Ossario Germanico saranno aperti per ospitare chi ha il desiderio di fare un tuffo nella storia.   
Il timido verde dei prati colora, insieme alla tavolozza che assume le gradazioni accese dell’arancione, del giallo e del marrone delle foglie, la discesa verso ad Arabba mentre i fischi delle marmotte rompono il muro del silenzio. Nel caso in cui si venisse sorpresi da un temporale di stagione, è possibile rientrare prendendo l’autobus.
Fino a domenica 24 settembre si potrà contare sugli impianti di risalita, in particolare la Funivia di Porta Vescovo che permette di arrivare al Passo Pordoi. In alternativa, dopo quella data sarà possibile usufruire del bus da Arabba fino all’inizio del sentiero, servizio che resterà attivo fino all’8 ottobre. Oltre quella data si potrà arrivare direttamente in auto al Passo Pordoi e avventurarsi lungo il percorso 601.
Le strutture con centro benessere di Arabba e della Valle di Fodom aiuteranno gli escursionisti a ritemprarsi dopo la fatica per un’esperienza piena e rilassante.