20171006

Domenica 8 ottobre a Lecco la Granfondo “Don Guanella”

In gara Zanardi, Evans, Chiappucci, Baronchelli, Bugno, Nizzolo, Bruseghin, Perini, Petilli e Rossi


Spettacolare, unica, egregiamente organizzata. E’ la Granfondo Don Guanella di domenica 8 ottobre a Lecco, per svariati aspetti: prima di tutto per quanto riguarda il parterre di atleti, da fare invidia anche alle gare tra professionisti, per l’intento “solidale”, aiutando il prossimo con una raccolta di fondi per sistemare alcune zone della Cascina degne di ristrutturazione, per un percorso mozzafiato e soprattutto per la grande festa che si verificherà nel post-gara ed i campioni a soffermarsi anche per gustare il pasta party, premiando i vincitori e i protagonisti di un’altra esaltante giornata firmata Gs Alpi. 

Sabato 7 ottobre ci si ritroverà in Piazza Garibaldi a Lecco per l’apertura dell’area Expo a partire dalle ore 9, con verifica tessere e consegna pacchi gara dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 19.30. Alle 18 l’aperitivo di benvenuto, che accompagnerà dolcemente allo start domenicale previsto per le ore 8.30, con apertura griglie dalle 7.30 e verifica tessere e consegna dei pacchi gara dalle 6.30 alle 8. 
Ad aggiungersi all’elenco di fuoriclasse che gareggeranno spalla a spalla nell’itinerario di 100 km e 1.838 metri di dislivello, oltre a Cadel Evans, Claudio Chiappucci, Alex Zanardi, Gianbattista Baronchelli, Gianni Bugno, Giancarlo Perini, Marzio Bruseghin, Giacomo Nizzolo e Antonio Rossi, ci sarà anche il professionista Simone Petilli, ennesimo asso invitato da Vittorio Mevio a unirsi al folto gruppo di big.
Il ciclista, classe 1993, corre per il team UAE Emirates e quest’anno si è ben contraddistinto al Giro d’Italia, specialmente nella quarta tappa con arrivo in salita sull’Etna, tenendo il ritmo di atleti del calibro di Vicenzo Nibali e Nairo Quintana e concludendo al 12° posto assoluto. Petilli è nativo di Bellano e quindi non si poteva perdere questa cavalcata, che passerà proprio dal suo paese natale. 
L’evento ruoterà dunque attorno ai campioni, ma i primi a essere invitati alla festa saranno gli amatori. 
Dal Lungolario Isonzo di Lecco alla volta delle trame mozzafiato del Lago di Como, raccogliendo fondi per la sala-ristorante dell’Agribike Cascina Don Guanella, con arrivo direttamente alla… cascina. Già perché, novità dell’ultim’ora, il Gs Alpi ha voluto dare maggior forza all’evento facendolo concludere proprio al cospetto della cascina, creata per aiutare i giovani stranieri e italiani in difficoltà e privi di una situazione familiare ideale per progredire. 

Una volta terminate le fatiche sui pedali il programma prevede un lauto pasta party, le premiazioni e la messa celebrata da don Agostino Frasson alle ore 15.