20171019

Iniziato il lavoro per il Bombing (bombardamento di filati) in città, partendo da Pescarenico



di Gianni Riva
LECCO - E' in arrivo in città il "Bombing" con protagoniste le Over 60, brave nel cucito e nell'uncinetto. L'iniziativa è del centro anziani comunale Il Giglio e coinvolge anche gli Istituti Airoldi e Muzzi di Lecco. Non solo significativa è la "street art" sui muri della città ma ora sta arrivando, per la prima volta a Lecco, una nuova forma d’arte che si sta diffondendo nel mondo, ecologica, colorata, assolutamente creativa, come  è la "Yarn Bombing", letteralmente “bombardamento di filati”, che vede protagonisti tanti fili di lana intrecciati e lavorati all’uncinetto. Un’idea che nasce per gioco nel 2005 in Texas, quando Magda Sayeg, titolare di un negozio di abbigliamento, decide di utilizzare alcuni maglioni semilavorati per decorare le maniglie delle porte. Sua l’idea di ricoprire 99 tronchi d’albero con lana lavorata. Una idea, invece tutta lecchese quella uscita in particolare dalle educatrice de Il Giglio, cioè non solo coprire i tronchi degli alberi  ma anche panchine e arredi urbani. Si è sparsa la voce e subito le ospiti de Il Giglio si sono messe già al lavoro. Il"Bombing" è il nuovo progetto invernale nei laboratori creativi del centro anziani di via Ghislanzoni attivo da due anni.