20171019

TREMILA MATRICOLE ALL’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL’INSUBRIA: MAI COSÌ TANTE


Como e Varese, 18 ottobre 2017 – Tremila matricole all’Università degli Studi dell’Insubria: è il record assoluto per l’Ateneo che si accinge a celebrare i vent’anni dalla fondazione. A ieri 17 ottobre – a iscrizioni ancora aperte - risultano iscritti per l’anno accademico 2017/18 ai corsi di Laurea Triennali e a Ciclo Unico (Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi Dentaria e Giurisprudenza) per la precisione 3001 immatricolati, contro un numero totale di 2759 matricole dell’anno accademico 2016/17, a iscrizioni chiuse.
I dati parlano chiaro: sono in crescita tutti i Dipartimenti rispetto alle immatricolazioni dello scorso anno 2016/17; questi i numeri: il Dipartimento di Biotecnologie e Scienze della Vita passa da 223 (2016/17)  a 360 matricole (2017/18); il Dipartimento di Diritto, Economia e Culture da 495 (2016/17) a 497 (2017/18); il Dipartimento di Economia da 549 (2016/17) a 614 (2017/18); il Dipartimento di Scienza e Alta Tecnologia da 311(2016/17) a 429(2017/18) e il Dipartimento di Scienze Teoriche e Applicate da 615 (2016/17) a 700 (2017/18). Discorso a parte per la Scuola di Medicina, per la quale è fissato un numero chiuso ministeriale di posti.
«È un risultato importante – commenta il Magnifico Rettore, Alberto Coen Porisini – questo Ateneo non ha mai avuto così tanti immatricolati e i numeri sono destinati a crescere, infatti le immatricolazioni – seppur con la mora – sono aperte fino al 30 novembre e, inoltre, devono ancora essere completate le procedure di iscrizione ai corsi di Laurea in Medicina e Chirurgia e in Odontoiatria e delle Professioni Sanitarie, a numero chiuso ministeriale, che faranno aumentare ancora il numero totale dei nuovi iscritti. Il dato interessante – continua il rettore - è che tutti i corsi sono stabili o in crescita, alcuni con punte da vero e proprio record. Ad esempio in ambito scientifico aumentano in modo marcato Chimica, Fisica e Matematica. Ma registrano un incremento quasi tutti i corsi da Giurisprudenza ai corsi di Area biologica, da Informatica, a Scienze della Comunicazione. Il corso con il maggior numero di neoiscritti è Economia: oltre 550. Infine - conclude il professor Coen Porisini – l’ultimo segnale positivo viene dal numero di domande di iscrizione alle Lauree Magistrali  che registrano un incremento del 10%».
È ancora possibile immatricolarsi ai corsi di laurea dell’Università degli Studi dell’Insubria con un mora di 50 euro e dal 1° novembre la mora ammonta a 100 euro. Oltre il 30 novembre 2017 non è più consentita l’immatricolazione.