20171028

Varenna, affidata la gestione di Villa Cipressi. Il sindaco: “E’ una svolta”



C’è soddisfazione a Varenna per l’esito della gara di affidamento dei servizi di gestione alberghiera del complesso di Villa Cipressi.
Le quattro società ammesse a partecipare hanno presentato rispetto al capitolato predisposto dall’amministrazione comunale, sia interessanti proposte qualitative sia notevoli incrementi economici al canone a base d’asta, fissato in 150mila euro annui. Si è aggiudicato l’appalto l’operatore “King Gestioni Alberghiere” che, unitamente agli interventi qualitativi e ai servizi aggiuntivi offerti, ritenuti pertanto meritevoli di una maggior valutazione, ha offerto la somma di 250mila euro. 

La “King Gestioni Alberghiere”, già presente a Varenna con l’Hotel Royal, prenderà possesso della struttura dal prossimo 3 dicembre, subentrando al gestore uscente “Engie Spa”.
“Il risultato conseguito - afferma il sindaco, Mauro Manzoni - costituisce una vera svolta nel futuro di Villa Cipressi e del Comune di Varenna. L’intera struttura, composta dagli edifici e dal parco esterno, sarà oggetto di importanti opere di manutenzione ordinaria e straordinaria, totalmente a carico dell’operatore, che miglioreranno il suo stato di conservazione, elevandone altresì gli standard alberghieri, ambientali e culturali”.
“Villa Cipressi - aggiunge il primo cittadino - grazie alle scelte dell’amministrazione comunale contribuirà a migliorare e potenziare l’offerta ricettiva di Varenna, rafforzandone l’immagine e la vocazione turistica”.
Al Comune sarà riconosciuto, per i prossimi 15 anni, un canone annuo netto di 250mila euro, con importanti ricadute sul bilancio comunale di parte corrente e conseguenti benefìci per il territorio e la comunità locale.
Il sindaco Manzoni spiega: “Gli introiti del canone saranno impiegati in favore dei cittadini e per lo sviluppo del paese, anche per non tradire lo spirito dei padri fondatori. Ricordo che nel 1987 cittadini e amministratori, generosi e illuminati, intervennero di tasca propria per bloccare la vendita della Villa, consentendo così l’acquisto successivo del Comune. L’altro impegno sarà quello di vigilare e di collaborare con il privato gestore alla ulteriore valorizzazione del bene, rispettando i fini istituzionali di supporto alle attività culturali e scientifiche, compatibilmente alle mutate esigenze in relazione nell’attività congressuale”. 
Va aggiunto che la stupenda “Sala del caminetto” tornerà a ospitare artisti e iniziative meritevoli come accaduto in passato.

“Ci piace sottolineare - conclude il sindaco - come nel volgere di poco meno di un anno l’amministrazione comunale di Varenna, nonostante le inadempienze e i ritardi ereditati, sia riuscita a garantire l’apertura della struttura per l’anno in corso, lavorando parallelamente alla programmazione di un progetto di gestione a lungo termine (i prossimi 15 anni) che si è chiuso con tale rilevante esito. Difficile ipotizzare una migliore risposta ai soliti noiosi detrattori che ritenevano incapaci i rappresentanti della nuova Amministrazione di gestire proficuamente la cosa pubblica”.