20171106

Coltiviamo agricoltura sociale. Un appello per “Tripla AAA Cascina don Guanella”



(C.Bott.) A New York come a Tokyo, a Londra come a Parigi, a Pechino o a Milano i… pomodori sono tutti uguali: hanno lo stesso colore, la stessa forma e lo stesso (insipido) sapore. 

E allora ecco “Tripla AAA Cascina don Guanella”: A come ambiente, la tutela e il recupero delle produzioni, delle strutture, delle tradizioni, ma anche l’uso di tecnologia moderna e pulita, come contrasto all’abbandono e al degrado dei territori; A come agricoltura sociale, quella tradizionale dell’Alta Brianza lecchese, fondata sulle micro-economie familiari, sulla produzione naturale e a chilometro zero, che genera inclusione, lavoro e benessere socio relazionale diffuso. Infine A come autonomia, quella cercata dai tanti ragazzi affidati alla comunità educativa lecchese, quelli che arrivano da molto lontano oppure dal carcere o dalla strada, quelli che avevano perso la speranza e la fiducia in se stessi. 
“Tripla AAA Cascina don Guanella”, perché lì i pomodori non sono tutti uguali ma hanno tantissimi colori!
Nasce da queste considerazioni l’interesse di Casa don Guanella di Lecco per il concorso nazionale indetto da Confagricoltura e dalla Onlus Senior - L’età della saggezza, che hanno pubblicato il bando nazionale 2017 per la concessione di un premio di 40.000 euro che sarà assegnato ai due progetti ritenuti maggiormente rispondenti appunto ai criteri di agricoltura sociale.
Per votare è necessario iscriversi al sito Internet http://www.coltiviamoagricolturasociale.it/ attraverso il pulsante “iscriviti” in alto a destra nella prima schermata.
L’operazione è molto semplice, ma occorre ricevere una e-mail di conferma.
Una volta iscritti, occorre passare alla pagina “progetti”, dove è previsto l’inserimento di un solo voto tramite l’apposita icona presente sulla pagina del progetto interessato.
Il progetto “Tripla AAA” lo si trova facilmente digitando sulla lettera “T” dell’elenco in verde.

I 30 progetti che otterranno più voti passeranno alla selezione finale, gestita da una commissione di esperti e, di questi, i tre più votati sul web partiranno con 5 punti di vantaggio sugli altri.