20171113

Gerry Scaccabarozzi dona un’opera a Papa Francesco



di Silvano Valentini
Un intenso ritratto di Papa Francesco del pittore Gerry Sacccabarozzi, direttore artistico della “Bottega dell’Arte” di Missaglia, donato nei giorni scorsi dall’autore allo stesso papa.


L’artista aveva già fatto dono del ritratto di un altro grande personaggio dei nostri tempi, Giovanni Paolo II, all’interessato nell’anno giubilare del 2000, pensando poi, da tre anni a questa parte, come trovare il modo per fare la stessa cosa con il nuovo inquilino del Vaticano, appunto Papa Francesco.

L’occasione questa volta è venuta con l’imprenditore Pasquale Mirarchi, in contatto con un’amica dipendente del Vaticano e con padre Roman, anche lui presente, da più di 25 anni, nella curia romana.

Afferma Gerry di essersi sentito a suo agio quando ha offerto di persona il quadro, diversamente dal 2000, quando era invece più teso, in quanto, secondo le sue stesse parole, il sorriso di Papa Francesco “è molto accattivante… come ha visto la mia opera l'ha presa in mano e l'ha osservata nei minimi dettagli… Per un artista credente come lo sono io, avere l'occasione di poter incontrare grandi Uomini di Fede come questi Papi… è una soddisfazione difficile da esprimere con semplici parole!”.


Per Gerry, pittore surrealista-simbolista di fama internazionale, il 2017 è un anno da incorniciare, con la mostra della “Bottega dell’Arte” e il Premio Arcobaleno in Spagna a giugno, la personale di successo a Pernes-les-Fontaines in Provenza ad agosto, le rassegne di Linas e di Brétigny-sur-Orge nell’Essonne, alle porte di Parigi, a ottobre e ora l’incontro con Papa Francesco.