20171110

“Gran galà lirico”, il 1° dicembre a Mandello musica e voci di qualità



di Claudio Bottagisi
Associazione “Lago di Como in musica”, assessorato alla Cultura e Pro loco di Mandello ancora insieme per proporre, in collaborazione con la Fondazione “Ercole Carcano”, una serata dedicata ad alcune tra le più belle arie d’opera dei grandi compositori italiani e stranieri, che con le loro pagine musicali continuanoa emozionare sentimenti e animi.


Ecco allora un appuntamento da annotarsi in agenda, perché da non perdere. Si tratta del “Gran galà lirico” in calendario per le ore 21 di venerdì 1° dicembre al cineteatro comunale “Fabrizio De André”, in piazza Leonardo da Vinci a Mandello (10 euro il biglietto d’ingresso).
A esibirsi saranno Natalia Nagorna al pianoforte (a lei è affidata anche la direzione artistica dell’evento), il tenore Vitaliy Kovalchuk, il baritono Matteo Jin e Olga Tselinkaia, soprano.
Baritono, soprano e tenore si alterneranno nell’interpretazione di pagine
musicali sia in forma solistica sia in insieme, proponendo non soltanto la loro voce artistica ma anche l’interpretazione scenica, fondamentale per il repertorio rappresentato.
Natalia Nagorna si è diplomata in pianoforte principale e didattica con il massimo dei voti al Conservatorio di Musica di Kiev. Svolge attività di composizione ed è autrice di colonne sonore per film. Ha tenuto concert master al Conservatorio di Kiev, al Liceo Musicale di Kiev e al Teatro di balletto classico di Kiev, oltre che presso l’Accademia musicale di Kiev con coro e cantanti d’opera.
Vitaliy Kovalchuk ha iniziato gli studi di canto lirico presso il liceo musicale “Kryshelnizka” nella sua città natale Ternopil (Ucraina) e ha poi proseguito gli studi al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano. Nella stagione 2012-13 ha debuttato nel ruolo di Cavaradossi (Tosca) al Teatro Comunale di Ventimiglia. Nella stagione 2015-16 il suo debutto al Teatro Bolshoi di Mosca nel ruolo di Falso Dimitriy (Boris Godunov).
Matteo Jin, diplomato in Canto lirico al Seoul Arts High School, lo è anche con il massimo dei voti al Conservatorio “Verdi” di Milano. Ha collaborato con artisti del calibro di Paolo Olmi, Alessandro D’Agostini, Enrico Zucca, Riccardo Serenelli, Giuliano Carella, Roberto Gianola, Anna Valdetarra, Valter Borin, Francesco Medda e Ambrogio Maestri. Lo scorso mese di aprile ha debuttato con successo in Russia al Teatro Stabile di Magnitogorsk.
Olga Tselinkaia ha frequentato la Scuola musicale statale e l’Istituto Magistrale pedagogico di San Pietroburgo. È diplomata con il massimo dei voti quale insegnante, educatore musicale e direttore di coro. Nel ’98 si è diplomata in pianoforte alla Scuola civica di Milano e nel 2000 in pianoforte al Conservatorio Verdi, dove sta frequentando il Corso di composizione. Attualmente insegna canto lirico all’Accademia musicale “Giuseppe Verdi” di San Giuliano Milanese. Ha collaborato con il Piccolo Teatro di Milano per la produzione di “Così fan tutte” di Mozart, per la regìa di Giorgio Strehler.
“Con un programma ambizioso e la collaborazione di artisti di livello internazionale - spiega Guido Zucchi dell’associazione “Lago di Como in musica” -vogliamo proporre Mandello come centro culturale per avvicinare la musica lirica al grande pubblico”.
“Il Lago di Como - aggiunge Zucchi - definito nel 2014 dallo statunitense The Huffington Post il lago più bello del mondo, ha saputo affascinare e ispirare grandi musicisti d’opera quali Rossini, Verdi, Donizetti, Wagner e altri. La Fondazione “Ercole Carcano”, la Pro loco e l’amministrazione comunale di Mandello ci sostengono in questa ambizione, che intende promuovere le sponde lecchesi del Lario attraverso la musica, con eventi prestigiosi da proporre nelle varie località del Lago di Como, master class, concerti e un concorso lirico, che avranno il supporto di maestri di livello internazionale”.
Le master class si terranno a partire dal 2018 a Mandello, nella villa in stile Liberty sede della Fondazione Carcano, e riguarderanno il bel canto, la preparazione all’audizione, il canto e la recitazione nell’opera.
Quattro concerti targati “Lago di Como in musica” si sono tenuti a Mandello nel corso del 2017. Il primo, lo scorso 17 febbraio, si è articolato come percorso musicale dal 1300 al 1800 e si è svolto iniziando con la musica medievale della preghiera di Jacopone da Todi per proseguire con composizioni di musicisti tra i quali Bach, Haendel, Albinoni, Vivaldi e Rossini.
Il secondo concerto, proposto in marzo, aveva avuto per  tema il Gran galà lirico. Una serata dedicata alle più belle arie, duetti e terzetti d’opera, con brani di compositori quali Mozart, Bellini, Verdi, Puccini e Mascagni.
Nel terzo concerto, che si era tenuto in aprile, erano stati proposti canti e musiche popolare dal mondo. Pianoforte, soprano e tenore si erano alternati e uniti alla maestria armonica del Coro Grigna dell’Ana di Lecco.
In prossimità della ricorrenza del 25 Aprile, la dedica del concerto era stata per il corpo degli Alpini, una scelta particolarmente sentita e apprezzata a fronte di tanti fatti, in pace e in guerra, sempre contraddistinti dal sacrificio, dalla fatica e dalle poche parole delle penne nere.
Infine a inizio luglio un quarto concerto aveva avuto per palcoscenico il parco di villa Carcano, dove  avevano sfilato ballerini in abiti di scena concessi in uso dal Teatro alla Scala di Milano all’associazione “Brianza danza festival”.

Per conoscere e sostenere l’associazione non profit “Lago di Como in musica” si può accedere al sito Internet www.lagodicomoinmusica.it.