20160108

Il Soccorso degli alpini di Mandello ha il suo calendario 2016


(C.B.) Due mani che si stringono e, più sotto, la foto di gruppo dei volontari. Due immagini simbolo per la copertina del calendario 2016 del Soccorso degli alpini “tenente Gildo Molteni” di Mandello.


Poi, prima dello scorrere dei dodici mesi del nuovo anno, un’altra fotografia con in primo piano Luigi Conato, fondatore e a lungo presidente del “pronto intervento”, sullo sfondo della Grigna innevata. E un testo in cui si legge tra l’altro: “Noi abbiamo conosciuto  da vicino e ammirato le qualità di una persona buona e altruista, di profonda cultura, per certi atteggiamenti e comportamenti un uomo d’altri tempi, a volte anche burbero a causa del suo carattere forte e risoluto, ma per dirla con le parole di Goldoni un “burbero benefico”. Gli abbiamo voluto davvero bene, un bene assolutamente corrisposto”.
E ancora: “La sua scomparsa, avvenuta il 17 novembre 2015, ha lasciato un senso di vuoto che ci riporta, con la mente e il cuore, indietro nel tempo, ai tanti ricordi degli incontri con lui”.

Via, quindi, ai dodici mesi del 2016, ognuno dei quali per così dire scandito da belle fotografie riproducenti scorci tipici del lago, delle nostre montagne e del paesaggio circostante ma anche di Abbadia Lariana e di Lierna. E su ogni pagina un po’ di storia del Soccorso, a partire dal 1977 con la prima idea - lanciata dal gruppo Alpini - di creare un servizio di autoambulanza per portare soccorso celere ai cittadini di Mandello e dei due comuni confinanti di Abbadia e Lierna e senza dimenticare gli importanti traguardi raggiunti nel corso degli anni anche grazie alle generose donazioni dei cittadini.
Da gennaio a dicembre  non mancano neppure semplici quanto preziose informazioni riguardanti l’emergenza sanitaria e il modo in cui comportarsi in situazioni di pericolo immediato per la salute e tali da richiedere un intervento tempestivo in attesa dell’arrivo dei soccorsi.

Infine, in fondo a ogni pagina del calendario (le immagini e la grafica sono di Alberto Locatelli), il motto “umilmente al servizio di tutti…” che contraddistingue il Soccorso degli alpini.