20160506

Il 12 e il 14 maggio, il 21 e il 22 maggio c’è Intrecci di popoli

Il 12 e il 14 maggio e poi il 21 e il 22 maggio Como sarà animata da Intrecci di popoli, il festival delle culture, dei gemellaggi e della cooperazione internazionale promosso dal Comune di Como, insieme al Centro Servizi per il Volontariato di Como e alla Diocesi di Como.
Giunto alla quarta edizione, il festival sarà ospitato al Centro Civico di via Collegio dei Dottori e nella vicina piazza Martinelli. Il primo evento (saranno tutti ad ingresso gratuito) è una mostra fotografica di Gin Angri, dal 5 al 22 maggio alla Biblioteca Comunale “Tutti a scuola, intrecci di studi”. Le foto, che documentano diversi luoghi formativi di Como caratterizzati dalla presenza di cittadini italiani e stranieri, sensibilizzano il pubblico sui temi dell’integrazione, della conoscenza e della fratellanza. La mostra è organizzata dall’associazione “Oltre il giardino onlus”. Secondo appuntamento il 12 maggio alle ore 20.30 allo Spazio Ratti con un momento di riflessione interreligioso promosso dalle principali comunità religiose cittadine. L’inaugurazione vera e propria del festival seguirà il 14 maggio alle ore 14 al Centro Civico di via Collegio dei Dottori. Per tutta la giornata il Centro Civico e piazza Martinelli ospiteranno concerti, spettacoli teatrali, laboratori per bambini e ragazzi, spazi comuni di promozione delle associazioni e delle loro attività. La giornata si chiuderà alle 21, in via Castellini, al TeatroGruppoPopolare con uno spettacolo teatrale sui temi della guerra. I festeggiamenti riprenderanno il sabato successivo, 21 maggio, con nuovi laboratori e spettacoli sempre in via Collegio dei Dottori e in piazza Martinelli. Il 22 maggio, giorno di Pentecoste, la grande festa conclusiva con la messa in Duomo animata dalle comunità migranti alle 10. Al termine della messa, in piazza Duomo, seguirà un momento folkloristico con musiche e balli dal mondo. La sera alle 21 in piazza Volta la conclusione dei festeggiamenti con il Concerto dell’Orchestra di via Padova (in caso di maltempo il concerto si svolgerà al Teatro Nuovo di Rebbio). Nata nel 2006 dall'incontro di musicisti professionisti con esperienze e sensibilità artistiche diverse, l’Orchestra è diventata fin da subito laboratorio di confronto e sperimentazione. Il luogo fisico dell'incontro è stato via Padova, la via più multietnica di Milano, dove molti musicisti abitano o lavorano tuttora. Le sonorità della band sono molto coinvolgenti e spaziano dal funky al jazz, dai ritmi africani alle ballate balcaniche fino alla classica, al blues e alla canzone italiana.