20160624

Per un domani chiamato Industria

Non solo il titolo di un libro, ma una vera e propria proposta per il futuro


“Per un domani chiamato Industria”: questo il titolo dell’Assemblea Annuale dell’Api di Lecco che avrà luogo martedì 28 giugno presso la Camera di Commercio di Lecco. Alle ore 16.00 si riuniranno le sole Aziende Associate, mentre alle ore 17.30 si terrà la parte aperta al pubblico, che vedrà anche la presentazione di un libro bianco.


“Si tratta dell’esito naturale di un lavoro che ci ha impegnati negli ultimi due anni” – ha dichiarato Luigi Sabadini, Presidente dell’Api di Lecco –. Abbiamo voluto analizzare e comprendere più a fondo le dinamiche fondamentali dello sviluppo manifatturiero e, generalmente, economico del nostro territorio per poter individuare le possibili traiettorie di sviluppo futuro. Ne è nata una riflessione così interessante sul significato e sul ruolo dell’essere e del fare impresa che abbiamo voluto renderla di dominio pubblico”.


Luciano Fasano, Docente di Scienza Politica presso l’Università degli Studi di Milano, ha diretto e organizzato i lavori. Fulcro della ricerca è stata la realizzazione di 3 focus-group, durante i quali quindici imprenditori Associati hanno espresso il proprio giudizio confrontandosi sull’importanza dell’appartenenza ad Api e sull’idea di un possibile modello di governance territoriale che nel futuro li veda protagonisti attivi insieme all’Associazione. Oltre a ciò, sono state condotte 8 interviste approfondite a esponenti rappresentativi delle istituzioni pubbliche locali, dell’Università e della Camera di Commercio, degli istituti di credito, del sindacato e anche di realtà imprenditoriali importanti per il territorio della Provincia di Lecco ma non associate ad Api.

“In questo contesto storico, economico e politico è positivo che un’Associazione imprenditoriale come Api senta l’esigenza di ripensare le modalità con cui stabilisce e regola i rapporti sia con i propri Associati, sia con le istituzioni pubbliche – ha dichiarato Fasano –. Solo in questo modo le sarà possibile rinnovarsi e ridefinire il proprio ruolo di Associazione, rispondendo così efficacemente alle nuove esigenze di un tessuto imprenditoriale e sociale in evoluzione”.

Oltre al contributo di Fasano, il volume di Api comprende anche altri quattro testi scientifico-divulgativi, scritti da altri esponenti del mondo accademico, in modo da guardare alla realtà industriale da diverse prospettive: Giorgio Bigatti, Docente di Storia economica all’Università Bocconi, Stefano Covino, Ricercatore all’Osservatorio Astronomico di Brera, Giuseppe Lupo, Docente di Letteratura Italiana all’Università Cattolica di Milano e Michele Brunelli, Professore di Storia e istituzioni delle civiltà musulmane e asiatiche presso l’Università degli Studi di Bergamo.

Introdurrà l’Assemblea un intervento dell’Assessore allo sviluppo Economico di Regione Lombardia Mauro Parolini, da sempre sollecito intermediario tra la Regione e le necessità del territorio, cui seguirà la presentazione del libro bianco da parte del curatore, Luciano Fasano. Egli parteciperà poi, insieme al Presidente Luigi Sabadini e a Stefano Covino, a un dibattito moderato da Gigi Riva, Direttore del Giornale di Lecco, focalizzato sugli spunti più interessanti offerti dal libro bianco. Al Presidente della Confederazione Nazionale delle Api Maurizio Casasco sarà riservato l’intervento conclusivo.