20160901

Pasta asciutta "solidale" all'amatriciana in Canottieri



LECCO - Sabato 3 settembre dalle 18 alle 24, il Comune e la Società Canottieri di Lecco organizzano l’evento benefico “Sei ore di solidarietà”. Per tutta la sera, nella piazza davanti al Circolo, verrà servito il piatto simbolo della ricostruzione dei territori devastati dal terremoto dello scorso 24 agosto: la pasta all’amatriciana. Con una donazione di 5 euro sarà possibile gustare un piatto della specialità laziale preparato dallo chef Alberto Galbani e dal suo staff e servito dai volontari della Canottieri. La cifra comprende anche mezzo litro di acqua. Per ogni pasto , 4 euro verranno destinati a iniziative per le popolazioni terremotate.
“Fin dalle prime ore dopo il terremoto – commenta Francesca Bonacina – numerosi cittadini si sono messi in contatto con il Comune per chiedere come poter dare il proprio aiuto. Testimonianze di generosità e attenzione verso il prossimo che sono insite nel Dna dei lecchesi e che ora possono essere canalizzate in questo evento aperto a tutti. Contiamo sulla partecipazione dell’intera città, perché Lecco non è generosa solo a parole, ma anche nei fatti. La cena di sabato è un’occasione importante per fare qualcosa di concreto per le città distrutte dal terremoto: un gesto alla portata di tutti che può contribuire a fare la differenza per chi ha perso tutto. Un modo per stare insieme e condividere un progetto importante di coesione sociale e solidarietà. Ma non è tutto: il Comune, oltre ad aver messo a disposizione i propri tecnici e a prendere parte attivamente ai lavori del Comitato di solidarietà provinciale, organizzerà altri momenti dedicati all’aiuto verso le zone interessate dal sisma, anche in collaborazione con altri enti e privati”.