20160923

Sensibile calo dei lecchesi al pellegrinaggio in Terra Santa. La situazione è stata oggetto di una riunione alla Rusconi viaggi.


di Gianni Riva.
LECCO - Calo anche nel lecchese delle visite in Israele e nei luoghi della Terra Santa. I pellegrinaggi negli ultimi due anni sono sensibilmente diminuiti.  Per la paura della guerra e dei disordini, della crisu economica o per un calo della Fede?. Su questo delicato tema l'altra sera nella sede della Rusconi viaggi in via Belfiorel che quest'anno rucorda i 35 anni di attività, si è tenuta una riunione con operatori del settore.per approfondire questo tema del calo dei pellegrinaggi in particolare degli italiani e spagnoli. Una situazione denunciata anche da Pierbattista Pizzaballa, che dal 2004 è in carica come custode, ha lanciato un accorato appello ai cristiani di tutto il mondo affinché non smettano di partecipare ai pellegrinaggi. Il 2015, ma anche nell'anno precedente, infatti, ha segnato un brusco calo di presenze secondo l’Istituto centrale di statistica di Israele. Una consistente diminuzione  proprio da parte dei Paesi occidentali con la sola eccezione, forse, degli Stati Uniti e una crescita di altri Paesi, come Indonesia, India, Brasile, Messico, Cina e così via. Calo di presenze  in particolare per  la paura della guerra. SOBHY MAKHOUL
(Cancelliere dell’Exarcato Maronita Cattolico Gerusalemme, Membro Commissione
Pellegrinaggi Cristiani Terra Santa e direttore P.J.J. - Opera Pellegrinaggi
della Chiesa Maronita di Terra Santa).spiega:
"Anche se continuiamo a ribadire che non ci sono pericoli per la sicurezza in Terra Santa, la gente associa la nostra situazione ai problemi legati all’avanzata dell’Isis. È una paura assolutamente infondata, che però è difficile da scalfire a causa dell’insistenza dei media».
Nel calo generale delle presenze fa particolare impressione la “fuga” dei pellegrini italiani, di solito invece molto numerosi:  gli italiani si distinguano per la loro assenza. "Ritorniamo in Israele" è' stato il tema della riflessione  alla presenza dell'Ente Turismo istraelinao, Jerusalem Authority, la compagnia area  El Al Israel e Don Matteo Crimella Responsabile dell’Apostolato Biblico della Diocesi di Milano, che sarà la guida Biblica:
“ TRA BIBBIA e ARCHEOLOGIA” dal 26 Dicembre 2016 al 2 Gennaio 2017. Don Crimella, aggiunge: "Faremo un pellegrinaggio diverso da altri dove lettrure della Bibbia si accompagnerannno ai luoghi che hanno visto Gesù e le opere di Dio. La Terra Santa è la storia di noi Cristiani". Al termine Eliseo Rusconi ha letto un brano del salmo 122 con commozione,“Domandate pace per Gerusalemme:
Sia pace a coloro che ti amano,
Sia pace sulle tue mura,
Sicurezza nei tuoi baluardi“
Alla conckusione   gli operatori presenti hanno potuto gustare un  buffet con piatti tipici della cucina israeliana