20161014

Conoscere Jean-Michel Basquiat Nell’ambito del progetto “Arte che passione”, due appuntamenti dedicati al celebre writer newyorkese

Ci sono ancora posti per la visita guidata in programma per il 5 novembre alla mostra “Basquiat: tra street e pop art”, allestita al Mudec di Milano 
(iscrizioni fino al 27 ottobre)



È universalmente conosciuto come uno dei più importanti writers americani, capace di portare il graffitismo dalle strade alle gallerie d’arte. Si tratta di Jean-Michel Basquiat, artista prematuramente scomparso nel 1988 all’età di ventisette anni e a cui la rassegna Arte che passione del Consorzio Brianteo Villa Greppi dedica il prossimo doppio approfondimento.
Una conferenza fissata per il 3 novembre per conoscere più da vicino un personaggio fondamentale per la storia contemporanea americana, mentre ci sono ancora posti per la visita guidata del 5 novembre alla mostra Basquiat: tra street e pop art, allestita al Museo delle Culture di Milano (iscrizioni fino al 27 ottobre. Quota di partecipazione 18 euro. Partenza alle 14.15). Due eventi che, come anticipato, si inseriscono nella ricca programmazione che il Consorzio dedica all’Arte: un percorso per conoscere artisti e opere, svelare stili e periodi diversi, intraprendere percorsi trasversali nella Storia dell’Arte, il tutto sotto la direzione artistica della Dott.ssa Simona Bartolena, consulente per le arti visive del Consorzio.

Inaugurata il 12 di ottobre con l’approfondimento dedicato al “giapponismo” nell’arte occidentale, la rassegna prosegue ora puntando l’attenzione proprio sull’artista newyorkese che nei suoi lavori intreccia l’energia dannata della metropoli e radici segnate da schiavitù e diaspora. Sarà la stessa storica dell’arte Bartolena a illustrare, nella serata di giovedì 3 novembre (a Villa Filippini, Besana in Brianza), l’arte di Basquiat, preparando il pubblico per la successiva visita guidata alla mostra milanese Basquiat: tra street e pop artNel dettaglio, la mostra raccoglie quasi un centinaio di opere provenienti da collezioni private e attraversa la breve ma intensa carriera di Basquiat, artista che in modo diretto e apparentemente infantile è riuscito a portare all’attenzione del grande pubblico tematiche quali l’identità umana e la dolorosa e aperta questione della razza. Un percorso, quello allestito al Mudec di Milano, che proverà a mostrare il ruolo svolto dal writer newyorkese tra gli artisti a lui coetanei e la sua capacità di creare un ponte di collegamento tra diverse culture. 

Dopo Basquiat, l’appuntamento successivo con Arte che passione sarà dedicato a Rubens (il 30 novembre alle 21, presso la sala civica polifunzionale di Briosco, si parlerà di Rubens, un genio tra Italia e Fiandra, mentre domenica 4 dicembre si farà tappa a Palazzo Reale per visitare le mostra Pietro Paolo Rubens e la nascita del Barocco. Iscrizioni entro il 28 novembre. Quota di partecipazione 18 euro. Partenza alle 13.45). 

Infine si ricorda che giovedì 13 ottobre prende il via anche Cosa raccontano i quadri: cinque approfondimenti a ingresso libero, promossi sempre dal Consorzio Villa Greppi e dedicati alla Storia dell’Arte e ai simboli e ai significati che la caratterizzano. Un percorso trasversale che, di appuntamento in appuntamento, svelerà il significato delle opere d’arte, le allegorie e i messaggi nascosti e studierà dettagli e temi iconografici di dipinti noti e meno noti. Primo incontro quello che giovedì 13 alle 21 (presso La Rotonda di Tregasio, a Tregasio di Triuggio) avrà per tema Macrocosmo e microcosmo: gli elementi, il tempo, le età della vita.  A seguire toccherà a I fiori e i frutti (giovedì 20 ottobre 2016 alle 21, Veduggio con Colzano (MB), Scuola primaria G. Segantini), Gli animali (giovedì 27 ottobre 2016 alle 21, Barzanò (LC), Sala civica), Simboli iconografici nell’arte sacra (giovedì 10 novembre 2016 alle 21, Cassago Brianza (LC), Sala consiliare del Municipio) e Simboli iconografici nell’arte sacra / II(giovedì 17 novembre 2016 alle 21, Nibionno (LC), Salone polifunzionale di Cibrone).

INFORMAZIONI - Per avere maggiori informazioni Consorzio Brianteo Villa Greppi: info@villagreppi.it | tel. 039 9207160.