20161024

Un Lecco malato si fa rimontare due gol e poi perde 3-2 contro il fanalino di coda Levico Terme. Tifosi arrabbiati contestano società e giocatori



di Gianni Riva
LECCO - Nell'ottava di andata del campionato di Serie D la conferma "I blucelesti non sono più quegli "aquilotti" che prendevano a "morsi" gli avversari". Ora la squadra principale del capoluogo prende schiaffi. Gli ultimi i blucelesti  gli hanno avuti da un modesto Levico Terme che prima del confronto al Rigamonti-Ceppi aveva vinto solo una volta. Per la compagine ospite un 3-2 che l'ha fatta fare un ritorno a casa con il sorriso. La partita contro i "canarini" ospiti  è stata l'immagine  che rappresenta la società bluceleste (senza presidente) e i giocatori (senza allenatore titolare) . Il Levico Terme sotto di due gol è stato capace di rimontare lo svantaggio e alla fine, grazie ad un colpo di testa di Curzel alla mezzora del secondo tempo con il pallone infilato nella porta Martinez, si sono portati via l'intera posta in palio. Dalla rete degli avversari  il Lecco, anche colpito da  dubbie decisioni dell'arbitro  ha terminato l'impegno in 9 uomini, Al triplice fischio del direttore di gara si scatenava l'ira dei tifosi contro una ennesima sconfitta che ha fatto davvero male. 
TABELLINO
Lecco – Levico Terme 2 - 3
Marcatori Cardinio (L) al 5’; Guitto (L) al 46’; Bidje (LT) al 53’; Baido (LT) al 56’; Curzel (LT) al 75’.
LECCO -  Martinez, Mapelli (Malvestiti dal 46’), Donnarumma, Benedetti, Riva, Orlando, Matic, Guitto, Crocetti, Cardinio (Rigamonti dal 70’), Meyergue (Garofoli dal 18’). . Allenatore: Marzio De Gaetano
LEVICO TERME - Nervo, Filippini, Perosin, Osti (dal 53’ Bidje), Agosti, Pancheri, Curzel (dall’80’ Faes), Bazzanella, Cali (Micheli dal 90’), Tessaro, Baido. Allenatore: Davide Mezzanotti.
Espulsi: Orlando per il Lecco al 13’ per fallo da ultimo uomo, Guitto all’81’ per doppio giallo