20161205

Altra sconfitta per il calcio Lecco per un nuovo tassello negativo verso il probabile fallimento

Prima la società dice che lo stadio è impraticabile ma poi scende in campo contro il Ciliverghe e perde.
FOTO: Alessio Corti 
 di Gianni RIva.

LECCO - Clamoroso al Cibali! è una celebre locuzione attribuita al radiocronista italiano Sandro Ciotti, coniata domenica 4 giugno 1961 durante la cronaca di Catania-Inter giocata allo stadio Cibali, valevole per l'ultima giornata del campionato di Serie A 1960-1961 Modificandola possiamo dire "Clamore al Rigamonti-Ceppi" perchè prima la società Calcio Lecco afferma che il campo è impraticabile ma poi gioca e subisce un'altra sconfitta, Tutto è accaduto nella 14ma di andata del campionato di Srie D girone B nello stadio comunale, con questo risulato finale: Lecco-Ciliverghe 0-2.
Nelle ore che hanno preceduto il confronto contro i bresciani la società in un comunicato si era espressa; "Io Sandro Meregalli in qualità di legale rappresentante della Calcio Lecco 1912 srl, comunico che per problemi tecnici causati dalla sospensione dell'erogazione dell'energia elettrica da parte del gestore erogante , non riuscendo a garantire l'idoneità degli eventuali gruppi elettrogeni ,sono a comunicare l'impossibilità di garantire lo svolgimento e quindi la sicurezza agli addetti al lavoro e degli spettatori presenti alla gara di campionato Lecco-Ciliverghe in programma Domenica 4 Dicembre 2016 alle ore 14.30 presso lo stadio "Rigamonti-Ceppi" .Per tanto chiedo a codesta istituzione (federazione gioco calcio) di prendere atto di quanto descritto e quindi sospendere tale gara ,scusandomi per il ritardo della comunicazione non dipendente dalla mia volontà Rimango a vostra. completa disposizione .In fede Amministratore Calcio Lecco 1912 Sandro Meregalli”. 

Ma questo comunicato non è stato preso in considerazione dal direttore di gara e dagli  avversari che hanno subito fatto sapere che loro si sarebbero presentati per giocare. Così davanti a spalti semi-vuoti si è giocato. Solo i tifosi dal  cuore grande presenti nell'incitare la squadra orgogliosi per i colori blucelesti vicini ad un altro periodo difficile perchè il Calcio Lecco è destinato a “scomparire”. La società, dal passato rilevante tra i professionisti, da anni non riesce a risollevarsi.dopo la richiesta di fallimento senza concessione dell’esercizio provvisorio formulata dal pm Nicola Preteroti.  Secondo il Pm, non ci sono le condizioni economiche perché la società continui a operare.La decisione della Procura è giunta dopo l’istanza di fallimento presentata da un calciatore per 100 mila euro circa di crediti non onorati. In attesa della decisione finale del Tribunale di Lecco nelle prossime ore il Lecco giovedì 8 dicembre dovrà affrontare la trasferta a Trento contro la società Dro. Ma il dubbio di scendere in campo esiste... eccome.