20161203

Raduno domenica 4 dicembre degli ex lavoratori della SAE. Nell'appuntamento il ricordo dello scomparso Giancarlo Pozzi


di Gianni Riva LECCO - Domani domenica 4 Dicembre 2016, non solo si vota il referendum ma per gli ex lavoratori della Sae c'è l'appuntamento annuale per ritrovarsi. Questo il programma: Ore 10:00 nella parrocchiale di San Giorgio Martire di Acquate: nessa con particolare ricordo dei colleghi defunti celebrata da don Carlo Gerosa.
Al termine presso il Monumento dedicato alla “SAE e ai suoi Uomini”: la . deposizione di omaggi floreali e “Simbolico Gemellaggio” tra il “SAE Lecco Club” e il “Liceo Alessandro Manzoni” Ore 12:30 pranzo al Ristorante “Nuovo” di Garlate: tradizionale “Pranzo dell’Amicizia” in collaborazione con Telethon. Ma  nel raduno manca quest'anno Giancarlo Pozzi, scomparso quest'anno. "Giancarlo - commenta Andrea Zecca - amava la Cappella votiva in località Costa, sopra Acquate, nelle vicinanze della Capanna Stoppani, dedicata alla Beata Vergine Maria, Madonna del Resegone. Vorremmo ricordarlo anche li". La Sae leader mondiale nella realizzazione di linee per il trasporto dell’alta tensione, frutto ed orgoglio dell’ingegno dei suoi uomini che, con la loro operosità, hanno contribuito alla ricostruzione post-bellica del Paese, allo sviluppo sociale ed industriale del Lecchese, al benessere di migliaia di famiglie ed al riconosciuto prestigio internazionale, grazie al mitico marchio SAE diffuso in ogni angolo della Terra. L’Associazione SAE Lecco Club, da alcuni anni è costituita per promuovere attività di carattere solidale, culturale, sportivo, ricreativo e turistico finalizzate anche alla memoria e alla divulgazione della storia dell’azienda SAE che per oltre mezzo secolo ha portato il nome di Lecco in ogni angolo del mondo facendo della città tra il lago e il Resegone la “capitale” mondiale dell’elettrificazione, con la sua produzione di carpenterie metalliche sia per elettrodotti ed impianti elettrici, che per torri radio e radar."Anche quest’anno il nostro “comitato per le manifestazioni” è stato molto attivo, - spiega il presidente Carlo Canziani - predisponendo un  calendario ricco di incontri con lo scopo di passare alcune giornate in allegra compagnia e l'appuntamento comunitario di domenica 4 dicembre lo vuole concludere alla grande".