20170104

Il 20 gennaio al Cenacolo Francescano scatta "Ciak Cenacolo" con il nuovo proiettore




di Gianni Riva

LECCO -  Il docufilm "Il senso della libertà" dedicato alla memoria dell'alpinista mandellese Gigi Alippi della lecchese regista Rai Paola Nessi, il prossimo 20 gennaio  (ore 21) al Cenacolo Francescano, aprirà la II edizione di Cinecittà Ciak Cenacolo. La rassegna stata presenta nella sala conciliare del Comune di Lecco.
Si tratta di  una nuova proposta dedicata ai film realizzati da registi del territorio. Organizzata dal Cenacolo, in collaborazione con la Lecco Film Commission e con il patrocinio del Comune, Provincia di Lecco e Acel, la rassegna si svolgerà in quattro venerdì e presenterà alcuni film significativi realizzati da registi lecchesi. Gli altri appuntamenti: il 27 .gennaio  e il 10 Febbraio "I corti" anteprina di cortometraggi. La reassegna si chiuderà il 17 febbraio con il docufilm  "Jail" realizzato nel carcere  di Bollate grazie al lavoro del giornalista Rai Paolo Aleotti con la regia di Paola Nessi, Alla presentazione hanno partecipato Simona Piazza, assessore alla cultura del Comune di Lecco, Mario Bonacina, presidente dell’associazione «Il Cenacolo Francescano», Paolo Cagnotto, presidente di «Lecco Film Commission»  presenti i registi e i film maker protagonisti della rassegna.  Questa iniziativa è avvalorata anche dal muovo proiettore nella sala del teatro. Il nuovo proiettore, permetterà di avere immagini più nitide, più luminose e con una maggior risoluzione. 

"Questo investimento si era necessario da qualche stagione - ha sspiegato Mario Bonacina, presidente dell’associazione Cenacolo Francescano, a causa della crescente difficoltà nel trovare titoli compatibili con il vecchio sistema di proiezione. Inizialmente era stata ipotizzata una spesa di circa 50 mila euro per rimettere completamente a nuovo il sistema, ma alla fine la scelta è ricaduta su un proiettore ad alta definizione, che con una spesa inferiore"I fondi necessari per questa spesa sono stati raccolti in questi mesi grazie proprio all’attività del Cenacolo Francesano e da privati. Oltre alle proiezioni cinematografiche il Cenacolo ospita le rassegne teatrali. Teatro per ragazzi, spettacoli per le famiglie e per le scuole, senza dimenticare il teatro dialettale, portato in scena dalle compagnie amatoriali del territorio.