20170113

Il “Premio Arcobaleno 2017” della “Bottega dell’Arte” in Spagna


di Silvano Valentini
Confermato ufficialmente nei giorni scorsi il prestigioso invito alla “Bottega dell’Arte” di Missaglia da parte del Comune di Cáceres in Spagna per l’organizzazione della diciannovesima edizione del “Premio Internazionale di Arte e Cultura L’Arcobaleno” 2017 in terra iberica, per la precisione nel mese di giugno di quest’anno, con autorevoli personalità spagnole a cui assegnare il prestigioso riconoscimento.

Il premio viene annualmente conferito dall’associazione missagliese dal 1999 a singole persone o a enti, associazioni o gruppi che si siano distinti nel corso dell’anno nei vari campi dell’attività umana, tra cui in passato il Card. Martini, giornalisti francesi, russi e italiani, tra cui il direttore del “Punto Stampa” Claudio Redaelli, campioni sportivi come Fiorenzo Magni e Felice Gimondi, Katia Ricciarelli, la Fondazione Brigitte Bardot, Greenpeace, il WWF e a tanti altri.

L’idea di svolgere la manifestazione artistico-culturale in Spagna è nata da una famosa pittrice attualmente residente appunto a Cáceres, che la “Bottega dell’Arte” ha conosciuto e apprezzato nelle sue varie trasferte d’arte degli scorsi anni a Capaccio Paestum in Campania (Salerno), dove allora risiedeva, con esposizione d’arte fronte ai famosi templi della Magna Grecia, e cioè Ana Hernandez (nella foto con il pittore Gerry Scaccabarozzi, nell’altra invece il gruppo della “Bottega dell’Arte”), alla quale il Consiglio Comunale della sua città, Cáceres, di oltre 92.000 abitanti, capoluogo della provincia in Estremadura, tra i più importanti centri dell’architettura civile e religiosa del Rinascimento spagnolo e patrimonio Unesco dell’umanità, ha confermato il proprio interesse.

La “Bottega dell’Arte” abbinerà alla consegna del “Premio Arcobaleno” una mostra di pittura dal 22 giugno al 6 luglio presso il “Palazzo medievale de la Isla” a Cáceres e un viaggio con i propri artisti dal 23 al 26 giugno 2017, oltre che a Cáceres, anche a Madrid, con visita alle più significative località turistiche, culturali, religiose e d’arte della capitale, da Plaza Major a Plaza del Sol a La Gran Via e al Palazzo Reale, dalla Cattedrale dell’Almudena al Mercato di San Miguel e ai principali musei, dal Prado al Reina Sofia.