20170116

NIVES MEROI E ROMANO BENET presentano “TRE VOLTE SUL MAKALU”


di RENATO FRIGERIO 
Dando per scontato che tutte le serate “A tu per tu” che aprono un nuovo ciclo annuale vengono programmate in modo di poter presentare un ospite di eccezionale rilievo, risulta evidente che non sfugge a tale intenzione la serata che si svolgerà il prossimo 9 febbraio a Bevera di Sirtori.
Si direbbe anzi che questa volta DF Sport Specialist ne abbia volutamente accentuata l’importanza grazie all’intervento di due alpinisti di alto rango e all’offerta di una primizia che, oltre a riservare un motivo di ulteriore orgoglio per gli organizzatori, sorprenderà gradevolmente il pubblico lecchese che non si aspetta certamente il privilegio di trovarsi tra i primissimi appassionati di alpinismo ad assistere ad una nuova produzione di Nives Meroi e Romano Benet.
A Lecco questa affiatata coppia di alpinisti, che vivono fedelmente la loro situazione coniugale arrampicando praticamente insieme da una trentina d’anni, non necessita di una dettagliata presentazione, per il fatto di essere stata già conosciuta qui in due diverse occasioni: nel 2000 come protagonisti in una delle famose serate del gruppo Gamma, e più recentemente nel 2006, proprio in una delle nostre indimenticabili serate “A tu per tu”.
Dopo quell’incontro con loro, Nives e Romano hanno continuato ad aggiungere nuove conquiste, sempre prestigiose, al loro già ricco curriculum, tenendo rivolto uno sguardo particolare al loro ambizioso obiettivo di completare la rincorsa verso tutti i quattordici “oltre 8000”. E infatti già nel 2007 si impossessano dell’Everest (8846m), al confine tra il Nepal ed il Tibet, di cui raggiungono la vetta il 17 maggio, salendolo dal versante tibetano. Nell’autunno del 2008 sono sulla vetta del Manaslu (8163m), nel gruppo del Gurkha Himal, e il 17 maggio 2009 , tentano la salita del Kangchenjunga, situato al confine tra Sikkim e Nepal, arrivando fino a quota 7500 m. È a questo punto che Romano non si sente bene e decidono di invertire la rotta e scendere dalla montagna.
Da quel momento ha inizio la scalata più difficile e importante della loro vita: la malattia di Romano, il loro imprevedibile 15° Ottomila! Per raggiungere questa cima ci sono voluti cinque anni e due trapianti di midollo: ma dopo cinque anni sono nuovamente lì, a riprendere il cammino dal punto esatto in cui si era interrotto. Il 17 maggio 2014, Romano e Nives, soli, sono sulla vetta del Kangchenjunga (8586m)!
È la terza vetta più alta al mondo.
Il 12 maggio 2016, ancora insieme, attraverso la Valle Arun, raggiungono la cima del Makalu (8463m), nel massiccio di Khumbakarna: ma questa è una storia e una vittoria che aveva avuto un lungo e interessante precedente, degno di essere rivissuto e raccontato per intero, come poi hanno fatto nella multivisione “Tre volte sul Makalu”, il filmato che ci terrà tesi ed emozionati per tutti i 45 minuti della sua proiezione.