20170219

Una stagione di nuovi splendori per il Monastero della Misericordia di Missaglia



Si profila all’orizzonte una rinascita artistica e culturale per l’ex Convento francescano o Monastero di Santa Maria della Misericordia di Missaglia, risalente al 1498, poi soppresso dalla Repubblica Cisalpina nel 1798, divenuto proprietà privata, quindi acquisito dal Comune nel 1983 e infine restaurato grazie soprattutto all’opera dell’Associazione Amici del Monastero della Misericordia di Missaglia, nata nel 1989 e oggi guidata, tra gli altri, da Pietro Redaelli, Silvano Valentini, Evrardo Vismara, Emilio Comi.

Da un po’ di tempo infatti la struttura viene utilizzata per manifestazioni di vario tipo, dai concerti musicali alle mostre di pittura alle visite guidate delle scolaresche e di altri gruppi, come ad esempio il CAI di Vimercate, la Pro Loco di Triuggio con Rosanna Zolesi e la parrocchia di Seregno con Mons. Bruno Molinari.


In programmazione ci sono prossimamente una mostra di Bonsai e i festeggiamenti, in collaborazione con le scuole del territorio, dei 110 anni dal conferimento del Premio Nobel per la Pace a Ernesto Teodoro Moneta, milanese vissuto a lungo a Missaglia nel cui cimitero è sepolto, da parte degli “Amici del Monastero”, che in passato ebbero come presidente onorario il grande artista oggi scomparso Aligi Sassu, a destra fra le colonne del chiostro nella foto tratta dal libro di Silvano Valentini (al centro della stessa foto) “Il Monastero della Misericordia di Missaglia. Storia di ieri e di oggi” edito nel 2005 da Bellavite e con apparato fotografico a cura di Pietro Redaelli, secondo da destra.

Anche la “Bottega dell’Arte” di Missaglia (foto di gruppo), guidata da Marco Busoni, Gerry Scaccabarozzi e Paolo Giudici, negli ultimi tempi sta dando un forte contributo al rifiorire del Monastero, tanto da venire coinvolta in due iniziative di valore a breve scadenza, con esposizione il 23 marzo, in occasione di una Via Crucis promossa dal Movimento Terza Età di Missaglia, di pannelli con la riproduzione della Via Crucis realizzata dal gruppo artistico per una chiesa francese, mentre il 4 giugno terrà dei laboratori di pittura per bambini e ragazzi alla seconda edizione della “Giornata dell’Arte” organizzata dal Comune e dall’associazione FuoriClasse.