20170216

“Uomini e Sport” “lancia” lo sci e ricorda “Ben” Laritti



(C.Bott.) “Quest’anno ho deciso di concedermi una vacanza ben più lunga di quanto non mi ero mai concesso finora. Mi assenterò straordinariamente dal lavoro per una quindici di giorni, forse venti, da metà marzo a inizio aprile, per un nuovo viaggio: un trekking in Nepal! Non mi fermerò infatti ai piedi dei colossi himalayani ma salirò dal versante di Khumbu proprio fino alle più alte vallate, da cui si procede poi direttamente verso le cime di cui finora ho solo sentito parlare quali l’Ama Dablam, l’Everest, il Lhotse, il Nuptse, il Makalu, il Pumori e l’Annapurna”.

Sergio Longoni introduce così, nel suo editoriale sul nuovo numero di Uomini e Sport, l’avventura che si appresta a vivere in quelle lontane quanto affascinanti terre.
E’ invece dedicata al chilometro lanciato e in particolare a Ivan Origone la copertina della rivista. Origone è lo sciatore che un anno fa sulla pista di Chabrières di Vars ha stabilito il nuovo record mondiale alla velocità di quasi 255 chilometri orari.
Il servizio di apertura della pubblicazione è peraltro un ricordo di Benvenuto Laritti, alpinista lecchese strappato all’affetto dei suoi cari e di molti amici da un incidente in montagna quando era poco più che trentenne.
“Ben è straordinario anche dal punto di vista umano - scrive Ruggero Meles - e la sua casa di Predazzo ospita moltissimi giovani alpinisti lecchesi che a volte lui riesce persino a far intrufolare nelle caserme… Tutti ricordano la sua curiosità e la sua voglia di scoprire che viene spenta il 21 luglio 1983 da una tragica scossa di terremoto che lo fa precipitare dalla Cima dei Bureloni, nel gruppo delle Pale di San Martino, dove sta salendo in solitaria per attrezzare una via per i suoi allievi finanzieri”.

Dopo la rubrica “Accadeva negli anni Trenta” dedicata da Renato Frigerio a due relazioni - quella di Eros Bonaiti sulla prima sfida in Medale e di Augusto Corti sulla Medale del tempi eroici - Uomini e Sport intervista Stefano Geminiani, geniale interprete dell’Italian Swim Concept.
Ecco quindi, per la serie “Generazioni a confronto”, lo spazio riservato al chilometro lanciato, con le interviste a Fabio Locatelli, a Monica Malugani, al già citato Ivan Origone e a Valentina Greggio.
Matteo Della Bordella racconta poi l’avventura vissuta all’Isola di Baffin. Spazio infine alle emozioni vissute in occasione delle serate “A tu per tu con i grandi dello sport” e, tra le altre, a quelle che si sono accompagnate all’appuntamento insolito e frizzante con Nicolas Favresse e Sean Villanueva, senza dimenticare il richiamo di un campione autentico qual è stato e quale è tuttora Alex Zanardi.