20170315

Alla Canottieri si è svolta la conviviale mensile del Panathlon club Lecco del presidente Riccardo Benedetti. Ospite Associazione Supersportivi

LECCO - (Gia Ri) Forti emozioni nella bella serata alla Canottieri. Il lecchese Massimo Magnocavallo presidente dell’Onlus Associazione Supersportivi e l'atleta Margherita Abbatangelo di Tradate sono stati gli ospiti della conviviale dei soci del Panathlon di Lecco preparata dallo chef Alberto che si è tenuta alla Canottieri Lecco del presidente Marco Cariboni. A volte basta la caparbietà e la voglia di andare oltre i propri limiti per raggiungere gli obiettivi che noi tutti ci prefissiamo. Quello che è accaduto  a Margherita Abbatangelo, una ragazza di 23 anni di Tradate (Va) colpita dalla sindrome di Turner che l’ha costretta a vivere con un corpo da bambina per tutta la vita .Margherita, accompagnata dal suo presidente Magnocavallo nello scorso mese di agosto ha effettuato la traversata dello stretto di Messina a nuoto. Era partita ieri verso le 7:52 dalla sponda siciliana per arrivare sulla terraferma tre ore e mezza dopo tra lo stupore e la felicità di tutti i presenti.“Ce la farò” aveva assicurato prima di partire, e così è stato. “Questo risultato è stato il frutto di un allenamento durissimo - ha affermato l’allenatore e presidente Massimo Magnocavallo  -Non si tratta comunque della prima impresa compiuta da Margherita dato che qualche anno fa si era già cimentata con successo nella scalata del Gran Paradiso".
"L’Associazione alla quale è presente Margherita - ha spiegato il presidente Magnocavallo - ha lo scopo non lucrativo di svolgere attività nei settori dello sport e della promozione sportiva in genere, in tutte le sue forme e stili, comprese quelle discipline ed attività propedeutiche al mondo sportivo di carattere medico, pedagogico, psicologico, culturale e di promozione sociale".
In particolare, l’Associazione intende valorizzare la cultura sportiva come strumento abilitativo a favore di soggetti con difficoltà motorie e relazionali limitate, che ne soffrono in modo non temporaneo, senza escludere soggetti non rientranti in tali categorie. l’Associazione persegue finalità di integrazione sociale, promuovendo lo sport come strumento di coesione, educazione, formazione, progettualità e ricreazione delle persone, soprattutto quelle con difficoltà e patologie motorie, intellettive e relazionali, con particolare e non unico riferimento ai soggetti affetti da disturbo pervasivo dello sviluppo e/o autismo e da tutte le patologie psichiche e/o fisiche, anche rare, legate a tali sindromi. Prima di iniziare la conviviale mensile il presidente del Panathlon Lecco Riccardo Benedetti ha consegnato il distintivo del club al nuovo socio Ferdinando Pucci Ceresa con un passato di sportivo ed ora imprenditore.