20170314

La rassegna "Leggermente" entra nel vivo. All'auditorium del Palazzo del commercio è stato ospite Monsignor Vincenzo Paglia. presidente della Pontificia Accademia per la Vita



di Gianni Riva
LECCO - L’eutanasia, uno dei capisaldi del pensiero moderno, è immagine della deriva totalitaria e della profonda solitudine che vive la società occidentale. Questo uno dei temi affrontati nel libro, “Sorella morte - La dignità del vivere e del morire” di mons. Vincenzo Paglia, presidente della Pontificia Accademia per la Vita che è stato ospite nella rassegna Leggermente, In un affollato auditorium del palazzo del commercio il vescovo ha parlato del suo libro edito da Piemme  alla sua nona ristampa. Un libro con un titolo che  riprende l’espressione del Cantico delle Creature di San Francesco d’Assisi. Sui tanti argomenti di attualità affrontati nell'incontro lecchese con intervistatore Luigi Geninazzi  già giornalista e inviato del quotidiano 'Avvenire campeggia la necessità di ritessere legami di vicinanza fra le persone e le generazioni. Spiega mons. Paglia: "C'è contrapposizione fra "buona morte" e "dolce morte"? E allora: dove comincia e dove finisce la dignità del vivere e del morire? In Europa e nel mondo sono in crescita i Paesi che hanno approvato una legge sull'eutanasia e sul suicidio assistito. Ma il "diritto alla vita" presume anche un "obbligo alla vita". Monsignor Paglia - uno dei più autorevoli esponenti della Chiesa di Francesco, consigliere spirituale della Comunità di Sant'Egidio e Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia - affronta con estrema delicatezza e lucidità tutti gli aspetti legati al "fine vita" che continuano a suscitare aspri confronti in Italia e nei paesi europei. Monsignor Paglia non disdegna di mettere in guardia un Occidente che pare aver posto nel dimenticatoio alcune grandi verità: Sempre il Vescovo: "ogni persona, unica e irripetibile, è patrimonio dell'umanità; gli anziani e i morenti possono insegnarci qualcosa fino all'ultimo respiro; a nessuno piace morire dimenticato; solo accettando il traguardo della morte - che tutti ci affratella - potremo avere una vita intensa, feconda di relazioni personali autentiche e di valori umani condivisi, una vita degna di essere vissuta, fino alla fine". Una iniziativa "Leggermente" che ha visto la presenza si Mons,Paglia giunta alla sua ottava edizione organizzata dalla Confcommercio  fra le più importanti della Regione. Tema dell'edizione del 2017 è "Sul Confine".  con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e della Regione Lombardia, si avvale della preziosa collaborazione della Camera di Commercio, dell’Amministrazione Provinciale e del Comune di Lecco con il lavoro svolto dall’Ufficio Scolastico Provinciale e con sponsor, fra gli altri, di Acel Service e del quotidiano La Provincia di Lecco.