20170429

Le imprese alpinistiche dei Ragni della Grignetta e del mandellese Gigi Alippi raccontate in docufilm in rassegna al Trento Film Festival. fino al 7 maggio.



di Gianni Riva
LECCO - Due opere lecchesi in concorso alla 65esima edizione del Trento Film festival. Rassegna di film dedicati alla montagna e i suoi alpinisti. Si tratta del film realizzato lo scorso anno dai Ragni di Lecco per celebrare il 70°anniversario della fondazione del Gruppo e di “Il senso della libertà – Vita di Gigi Alippi” della regista lecchese Paola Nessi (nella foto con Gigi Alippi)
Il primo, curato dal regista Filippo Salvioni ripercorre la storia dei Ragni dalle origini ai giorni nostri, attraverso i filmati realizzati nel corso delle diverse spedizioni e le interviste ai protagonisti delle più belle imprese. Il secondo, invece, è dedicato alla passione e alla vita quotidiana di Gigi Alippi in quella che l’alpinista Simone Moro  definisce “L’età romantica dell’Alpinismo. e aggiunge: "Le generazioni passano ma l'alpinismo verso grandi imprese rimane". L'alpinista bergamasco  Simone Moro è rimasto emozionato per il  docufilm dedicato all'lalpinista  mandellese Luigi "Gigi" Alippi scomparso l'anno scorso a 80 anni. Dall'opera della regista lecchese Paola Nessi ne esce un'immagine di Alippi dolce e nello stesso tempo umile come del resto lo sono i grandi alpinisti.  Entrambe le opere cinematografiche sono già state ampiamente apprezzate durante proiezioni pubbliche organizzate sul nostro territorio e hanno il merito di portare il nome di Lecco, le nostre splendide montagne e i nostri eroi di ieri e di oggi, su un palcoscenico internazionale.