20170507

Grande successo al Teatro della Società per "Le nozze di Figaro di W.A. Mozart "alla prova..."



di Gianni Riva
LECCO - A pochi giorni dalla chiusura del Teatro della Società,bisognoso di una importante manutenzione, il prestigioso palco ha accolto, con posti esauriti, un momento culminante della masterclass OperaStudio 2017 organizzata dal Civico Istituto Musicale G. Zelioli
di Lecco con il sostegno del Comune di Lecco. La rappresentazione de Le nozze di Figaro di W.A. Mozart "alla prova..." è stata un successo culminato alla fine con oltre 10 minuti di applausi. Le Nozze di Figaro è in quattro atti e ruota attorno alle trame del Conte d'Almaviva, invaghito di Susanna, la cameriera della Contessa, sulla quale vorrebbe imporre lo "ius primae noctis". La vicenda si svolge in un intreccio serrato e folle, in cui donne e uomini si contrappongono nel corso di unapassione travolgente, piena di eventi drammatici ecomici.. L'opera è per Mozart un pretesto per prendersi gioco delle classi sociali privilegiate e debosciate dell'epoca. L'intera vicenda può anche essere letta come una metafora delle diverse fasi dell'amore: Cherubino e Barbarina rappresentano l'amore acerbo, Susanna e Figaro l'amore che sboccia, il Conte e la Contessa l'amore logorato e senza più alcuna passione, Marcellina e don Bartolo l'amore maturo. L'opera si è rivelata di gran spessore grazie alla presenza di giovani cantanti lirici in una rielaborazione originale: non la recita vera e propria. Artisti cantanti si sono mossi in un teatro in fase di allestimento, nel quale gli elementi scenici sono stati stupendi pezzi d’arredamento creati dal famoso designer Romeo Sozzi, a cui azienda Promemoria è stata sponsor tecnico dell’evento.A dirigere il gruppo dei giovani artisti è stata Ancilla Oggioni, altra giovane ma già affermata attrice e regista di origini lecchesi, insieme alla costumista Cinzia Mascheroni. I cantanti e i musicisti sono stati i giovani artisti che hanno partecipato alla masterclass organizzata dal Civico Istituto di Musica “G. 
elioli” e dalla Fondazione Clerici con maestri di chiara fama quali Maurizio Carnelli, docente presso la Civica Scuola di Musica di Milano, e Janet Perry, oprano protagonista di leggendari allestimenti mozartiani diretti da Herbert von Karajan. Lo spettacolo si è avvalso inoltre della collaborazione straordinaria del maestro Massimiliano Carraro.Questo allestimento non è stato solo negli interpreti musicali, ma ha visto coinvolti nella produzione, in vari ruoli, gli studenti di una classe del Liceo “G. B. Grassi” di Lecco, che hanno 
partecipato a un progetto di alternanza scuola-lavoro trovandosi proiettati sul palcoscenico e dietro le quinte di unteatro. Alcuni di loro hanno inoltre avvicinato il mondo dell’opera partecipando anche a un altro progetto che ha 
realizzato l’inventariazione degli 800 libretti del Fondo De Santis della Civica Biblioteca “U. Pozzoli” di Lecco conservati a Villa Gomes. Fra gli interpreti particolare menzione va alla mezzosoprano Dyana Bovolo, che haimpersonato il birbante Cherubino. La cantante lecchese ora è attesa ad un altro impegno. Il prossimo 16 maggio a Milano è interprete ne "La secchia rapita" impersonando l'Ostessa. Lo spettacolo si tiene con inizio alle 20.30 a Milano all'Auditorium Mahler Fondazione Cariplo-con Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi diretta da Aldo Salvagno.Solisti e Cori della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado.