20170628

Banca della Valsassina: Giovanni Combi è il nuovo presidente.

L’avvicendamento con Gianola, un passaggio di testimone nel segno della continuità. Alla vice presidenza Davide Rizzi.

Il Consiglio di Amministrazione della Banca della Valsassina, riunitosi lo scorso maggio ha nominato Giovanni Combi nuovo presidente dell’istituto, scegliendo la continuità.

Il passaggio segna l’avvicendamento con Abramo Gianola, che ha guidato la banca negli ultimi anni garantendole solidità e prospettiva.


Classe 1970, Combi è nato a Lecco e si è laureato in Economia e Commercio presso l’Università Cattolica di Milano e svolge la professione di Dottore Commercialista.
Possiede inoltre esperienza nel movimento della cooperazione di credito: è stato infatti presidente della BCC di Cremeno, vice presidente della Banca della Valsassina dalla fusione, membro del CdA e del Comitato Esecutivo di Iccrea Holding e consigliere del Fondo Pensione Nazionale della categoria. E’ tuttora membro del Collegio Sindacale della Federazione Lombarda BCC.

La nomina di Combi perfeziona la transizione anticipata dai vertici aziendali alla recente assemblea di bilancio della banca.

«Sono onorato di esser stato chiamato a questo incarico e ringrazio Abramo per lo straordinario lavoro svolto in questi anni» – ha dichiarato Combi – «La sfida che ci attende ora è quella di trovare le modalità migliori per garantire il futuro del nostro istituto anche nella nuova architettura del Gruppo Bancario Cooperativo, col quale vogliamo operare per rafforzare il nostro supporto alla comunità».

Nella stessa riunione, è stato eletto alla vice presidenza della banca Davide Rizzi (1971, Premana), consigliere dal 2015. Laureato in Ingegneria Elettronica presso il Politecnico di Milano, Rizzi ha maturato esperienze in posizioni manageriali sino al 2011. Dal 2012 gestisce una propria azienda operante nel settore della coltelleria.