20170707

AL CFPA DI CASARGO IL CAMPUS ESTIVO DELLE BANDE MUSICALI REGIONALI: SABATO IL CONCERTO FINALE APERTO AL PUBBLICO


Per il secondo anno consecutivo ANBIMA (Associazione Nazionale Bande Italiane Musicanti Autonome) ha scelto il CFPA di Casargo come sede per il campus di formazione estivo delle proprie bande musicali. Da sabato 1 luglio per una settimana 120 ragazzi e 20 docenti, provenienti da tutta la Lombardia, sono impegnati in lezioni e prove musicali individuali e di gruppo.


Il campus formativo si concluderà sabato 8 luglio con il seguente programma: alle 11.00 l’esibizione dei docenti, alle 14.30 l’esibizione delle junior band, dei gruppi da camera e degli ensemble per tipologia di strumento; alle 17.00 il concerto finale, aperto al pubblico.

“Dopo l’ottima esperienza dello scorso anno con 90 ragazzi - commenta il presidente della sezione di Lecco di ANBIMA Andrea Giovannini - anche quest’anno siamo tornati al CFPA di Casargo per il campus estivo regionale con più ragazziperché è una struttura molto attrezzata, con spazi ottimali per le nostre attività e inserita in una bella cornice paesaggistica. Il programma è molto intenso, con attività individuali e di gruppo al mattino e al pomeriggio, oltre a momenti di socializzazione. Sabato 8 luglio alle 17.00 offriremo al pubblico il concerto finale, che sarà la prova generale di un grande spettacolo in programma a settembre. L’obiettivo finale è la formazione della banda regionale rappresentativa di ANBIMA Lombardia”.

“Siamo onorati di essere stati scelti nuovamente da ANBIMA per ospitare nella nostra struttura il campus formativo regionale - sottolinea il presidente di APAF Nunzio Marcelli - Vedere per un settimana al CFPA di Casargo questi giovani musicisti impegnati nelle loro attività ci fa molto piacere, perché la nostra scuola ha una vocazione particolare per la formazione dei giovani, anche in materie differenti. La nostra attività di accoglienza proseguirà anche nel periodo estivo a supporto di gruppi e associazioni sportive regionali e nazionali, con benefici e ricadute positive per tutto il territorio”.