20170726

Consulenze notarili gratuite in Comune di Lecco: crescono i cittadini che ne usufruiscono e il gradimento arriva ai massimi livelli

 Pierluigi Donegana, Presidente dell’Associazione Notarile della Provincia di Lecco


Si conferma un servizio particolarmente utile e qualitativamente elevato quello offerto gratuitamente dai Notai di Lecco presso il municipio del capoluogo. Lo attestano i dati del primo semestre 2017, che vedono un utilizzo ancora in crescita del servizio (82,5% su 91 consulenze disponibili) rispetto ai già estremamente positivi indici del 2016, con una soddisfazione espressa pari al 96%.

Lo scorso anno, le consulenze fruite sono state 106 su 147 teoricamente disponibili: il servizio è stato quindi usato dai cittadini nella misura del 72%; i questionari di indagine customer satisfaction compilati sono stati 63 (pari al 43% degli utenti); dall’elaborazione dei dati emerge un altissimo indice di soddisfazione (95%).
“L’attività di consulenza notarile gratuita presso il Comune di Lecco è diventata ormai una consuetudine a cui sempre più numerosi cittadini ricorrono. – afferma il Notaio Massimo Sottocornola, Consigliere del Consiglio Notarile di Como e Lecco e dell’Associazione Notarile della Provincia di Lecco – I cittadini hanno imparato a cogliere efficacemente questa opportunità e ad utilizzare il servizio per ottenere una serie di consigli di grande utilità su temi che toccano da vicino alcuni tra gli aspetti più importanti della loro vita”.
“Con il servizio di consulenza notarile gratuita presso il Comune di Lecco – evidenzia il Notaio Pierluigi Donegana, Presidente dell’Associazione Notarile della Provincia di Lecco – viene sottolineata la funzione sociale del ruolo del Notariato e valorizzata l’importanza della sua terzietà rispetto alle parti. Il Notaio è infatti nel nostro ordinamento una figura che, in quanto Pubblico Ufficiale, ha il compito di fornire al cittadino un quadro di garanzie entro cui muoversi”.
Dall’analisi dei questionari raccolti, il 65% dei fruitori sono state donne, mentre il 35% uomini.  La fascia d’età che vi ha fatto maggiormente ricorso è stata quella compresa tra i 50 e i 64 anni (50%). Gli argomenti affrontati nelle consulenze sono stati in primo luogo la casa (70%), dalla successione alla compravendita, dall’eredità al testamento; a seguire l’amministrazione di sostegno (16%) e i contratti di convivenza per ragioni affettive (14%).

“Siamo molto soddisfatti dell’andamento del servizio di consulenza notarile gratuita. – commenta il Vicesindaco di Lecco e Assessore alla partecipazione, Francesca Bonacina – I dati sull’utilizzo mostrano come questo servizio incontri realmente e in modo significativo i bisogni dei nostri concittadini, mentre  quelli sulla soddisfazione evidenziano il contributo qualificato e competente che viene offerto dal Notariato lecchese”.