20170727

Formati 11 operatori viteria. 7 aziende lecchesi protagoniste

Lanfranconi: “Primo corso disegnato su esigenze specifiche delle aziende”
 

Mercoledì 26 luglio, con un incontro alle ore 16.00 presso la sede dell’Associazione Namaste, si concluderà il Progetto Operatore Meccanico proposto dall’Api di Lecco in collaborazione con Fondazione Luigi Clerici e Associazione Namaste, grazie al sostegno di J.P. Morgan Foundation.


Dedicato alla formazione professionale di 11 giovani disoccupati di età compresa fra i 18 e i 29 anni, il Progetto Operatore Meccanico si è articolato in 90 ore di lezione in aula, grazie alla disponibilità di docenti volontari della Fondazione Clerici e dell’Associazione Namaste, cui si sono aggiunte 30 ore di formazione in azienda e 80 ore di tirocinio curricolare, in linea coi principi dell’alternanza scuola-lavoro.

“Abbiamo sempre concepito l’essere Associazione datoriale come una responsabilità, non solo nei confronti delle aziende associate, ma anche verso il territorio nel suo complesso, soprattutto sotto il profilo economico e sociale – ha dichiarato Oriano Lanfranconi, Vice Presidente e Responsabile della Commissione per le attività formative di Api Lecco – Per questa ragione continuiamo ad investire in progetti di formazione e di inserimento nel mondo del lavoro, sia ideando in prima istanza percorsi formativi, sia sostenendo le iniziative di enti pubblici e privati del territorio. Riteniamo, infatti, che la formazione costituisca una via privilegiata per rispondere ai bisogni di personale espressi dalle imprese e, allo stesso tempo, per dare un contributo concreto alla soluzione di uno dei problemi sociali attualmente più pressanti ed impegnativi: la disoccupazione giovanile”.

“In particolare il Progetto Operatore Meccanico si rivela innovativo e interessante per il coinvolgimento diretto delle aziende, che hanno partecipato attivamente sia alla progettazione sia all’erogazione della formazione – ha aggiunto Lanfranconi – L’idea di organizzare questo corso è nata, infatti, dalla necessità, sempre più avvertita dalle Pmi, di assumere figure specializzare e competenti nel proprio settore di attività. Avendo ricevuto una segnalazione da parte di alcune viterie ed aziende meccaniche del territorio, abbiamo predisposto un percorso formativo indirizzato a giovani in cerca di lavoro e interessati a lavorare in azienda, fornendo loro le conoscenze indispensabili per esercitare la propria attività nei settori coinvolti”.

Gli studenti più meritevoli avranno modo, dopo la pausa estiva, di proseguire questa esperienza grazie all’attivazione di tirocini retribuiti, anche della durata di 6 mesi, presso le stesse aziende che hanno collaborato al Progetto.


“Quella del Progetto Operatore Meccanico è stata un’esperienza molto positiva, da ripetersi – ha dichiarato Monica Riva, Direttrice della Fondazione Clerici Lecco e Merate – La collaborazione attivata con soggetti diversi ha permesso ad ogni realtà di dare il proprio contributo nella maniera migliore e più costruttiva per il raggiungimento dell'obiettivo”.