20170706

“SULLE ORME DI GIUDITTA PASTA” - PASSEGGIATA MUSICALE

Domenica 9 luglio, ritrovo al Teatro Sociale, piazza Verdi, ore 9.15
Conclusione ore 13 a Brunate, ex Grand Hotel Milano
rientro libero (consigliata funicolare)



La mattina del 23 marzo 1848, al termine delle Cinque Giornate di Milano, Giuditta Pasta, cantante lirica più famosa del suo tempo e fervente patriota, salì sul monte di Brunate, issò il tricolore nel punto panoramico detto “Piz”, in modo che lo potessero vedere da tutta la città di Como, eseguì un rito mistico con acqua e vino e intonò il “Canto degli italiani”, ora meglio noto come Inno di Mameli. In occasione del 220° anniversario della nascita della Pasta, Pietro Berra, ideatore del format delle Passeggiate Creative, finalizzate a (ri)scoprire la bellezza dei luoghi che ci circondano attraversandoli in compagnia delle arti e della scienza che hanno ispirato, condurrà un itinerario musicale, che partirà dal Teatro Sociale, dove la grande cantante si esibì due volte e le è stata dedicata una sala attigua al foyer, per arrivare proprio là dove celebrò l’Italia nel 1848.

Si salirà a piedi fino a Brunate, attraverso due vie storiche in gradini di pietra e sterrato (via Bertacchi e salita San Donato) con tappe nel quattrocentesco eremo di San Donato e nel giardino dell’ex Grand Hotel Brunate, gioiello della Belle Epoque, che verranno eccezionalmente aperti al pubblico dai proprietari e ospiteranno interventi musicali.
Tutte le tappe del percorso sono legate ad alettanti episodi del Risorgimento: la sera del 22 marzo 1848 scoppiò la ribellione dei comaschi contro austriaci proprio durante l'esecuzione dell'”Attila” di Giuseppe Verdi al Teatro Sociale, mentre all'eremo di San Donato è legata la figura di don Giuseppe Bernasconi, prete garibaldino, che partecipò alle guerre d'Indipendenza come tiratore scelto e dovette poi ritirarsi per alcuni periodi nell'ex convento, allora di proprietà della sua famiglia, perché non sempre il suo patriottismo fu apprezzato dalla Chiesa.

Il programma musicale

FOYER TEATRO SOCIALE

G. Verdi, Preludio (dall’opera Attila)
Bellini, Come per me sereno (dall’opera Sonnambula)
Bellini, Oh quante volte, oh quante (dall’opera I Capuleti e i Montecchi)
Federica Livi, soprano
Giorgio Martano, pianoforte

EREMO DI SAN DONATO
Carcassi, Primo potpourri su arie di Rossini op. 13 n. 1
Anelli,Tema e Variazioni sull’aria Deh con te dalla Norma di V. Bellini
Bellini, Casta diva (dall’opera Norma; riduzione per chitarra sola a cura di M. Paturzo)
Sara Magon, chitarra

EX GRAND HOTEL DI BRUNATE
Il Canto degli Italiani (testo di G. Mameli, musica di M. Novaro)
Federica Livi, soprano
Partecipazione gratuita con iscrizione obbligatoria alla biglietteria del Teatro Sociale (tel. 031.270170, biglietteria@teatrosocialecomo.it) 
informazioni a questo link: http://www.comofestival.org/event/sulle-orme-di-giuditta-pasta/

Possibilità di pranzo al vassoio presso il centro sportivo Nidrino a tariffa convenzionata di 10 euro. Chi lo desidera, può prenotare direttamente al ristorante: nidrinosportingpub@gmail.com. Tel. 031364097 (risponde Capolinea Bistrot)