20170910

CAFFEINE chiude la rassegna di festival teatrali della provincia

ACEL Service main sponsor della manifestazione
che si svilupperà dal 16 settembre al 14  ottobre 2017



Ritorna il 16 settembre Caffeine, rassegna internazionale di danza contemporanea e teatro danza nelle province di Lecco e Monza Brianza che fino al 14 ottobre vedrà alternarsi sui palcoscenici e in luoghi non convenzionali le più interessanti, giovani e affermate compagnie. 
Coordinata dalla Provincia di Lecco , la rassegna vede quale main sponsor ACEL Service e quali Enti aderenti il Consorzio Villa Greppi e i Comuni di Merate, Robbiate, Osnago e Usmate-Velate. Da quest’anno la direzione generale degli eventi programmati per Merate Danza (16/09, 1/10, 8/10, 14/10) è affidata a CLAPSpettacolodalvivo, mentre Piccoli Idilli continua ad occuparsi della direzione artistica del festival.

Spettacoli, shorts e site specific avranno come tematiche centrali il corpo, la fisicità e la corporeità come fatti psicologici, sociali, antropologici, politici e culturali.
A presentare la rassegna, venerdì 8 mattina presso la sede di ACEL Service, gli organizzatori.
“Con la presentazione, quest’oggi, di “Caffeine – Incontri con la danza”, si conclude il nutrito programma estivo di festival e rassegne teatrali in provincia di Lecco a cui, anche quest’anno, ACEL Service ha voluto offrire il proprio sostegno in qualità di Main Sponsor, affiancando la Provincia di Lecco e gli Enti, i Comuni e le compagnie e le associazioni culturali del territorio. – è stat oil messaggio del president di ACEL Service, Giovanni Priore - È ancora presto per stilare un bilancio di questa serie di eventi culturali, anche se i risultati, in termini sia di qualità della proposta che di adesione del pubblico, è stata ad oggi oltre modo positiva. Da parte nostra siamo particolarmente soddisfatti ed orgogliosi della scelta fatta, che ha permesso di sostenere e valorizzare gli eventi di eccellenza che vengono promossi sul territorio, offrendo in questo modo ai cittadini e al turisti l’opportunità di fruire di occasioni culturali di assoluto livello artistico e, l tempo stesso, di scoprire o riscoprire molti luoghi suggestivi, più o meno conosciuti, della nostra provincia, che si trasformano nelle sedi delle diverse rappresentazioni”.
“Caffeine – incontri con la danza si conferma con un mix tra linguaggi diversi: teatro danza, danza di strada, danza contemporanea, danza etnica, giovane danza d’autore al fine di rendere più invitante la partecipazione di un pubblico ampio e differenziato, con eventi che si svolgono nell’area territoriale del Consorzio Villa Greppi di Monticello Brianza, nei Comuni di Merate, Monticello Brianza, Osnago, Robbiate e Usmate Velate, in un legame con il territorio e una contaminazione fra sperimentazione artistica, paesaggio e fruizione dei luoghi” ha sottolineato  Luigi Comi, consigliere provinciale delegato alla cultura  Gli ha fatto eco l’assessore alla cultura del Comune di Merate, Giusy Spezzaferrai, che ha ricordato come Merate sia stat oil primo commune del territorio a sostenere questo tipo di arte e ha valorizzato la collaborazione di rete tra enti pubblici, sponsor private e operatori professionali quali Piccoli Idilli e CLAPS”.
A Filippo Ughi (Piccoli Idilli) è toccata il compito di illustrare nei suoi diversi contenuti e protagonist il festival, il cui obiettivo, ha detto, “è raccontare I tempi che viviamo non attraverso incontri di parola ma con I silenzi della danza, che lascia esprimere il linguaggio del corpo e della fisicità”. In particolare Ughi ha ricordato, quali leit-motive della manifestazione, l’offerta degli spettacoli “in spazi non convenzionali, che vengono riscritti attraverso il movimento del corpo”, l’incontro con diversità culturali e la declinazione degli spettacoli per l’infanzia, oltre alla valenza internazionale dei protagonist.nMario Gumina, direttore artistico di CLAPS, ha sottolineato da parte sua il valore della collaborazione con Piccoli Idilli, a cui ha riconosciuto il merito di aver fatto di Caffeine uno dei riferimenti della danza contemporanea e del teatro danza a livello non solo lombardo”.