20170928

Domenica 1 ottobre si corre il Piccolo Giro di Lombardia



di Gianni Riva
OGGIONO - Dal "grande" al Piccolo Giro di Lombardia internazionale under 23 giunto al numero 89. Questo quanto accadrà nel territorio oggionese e comasco  domenica prossima..L’egida organizzativa è a cura del Velo Club Oggiono presieduto da Daniele Fumagalli. Al “Lombardia baby” sono iscritti corridori di qualità con un obiettivo importante per la loro carriera agonistica portacolori delle più importanti squadre al mondo.La corsa (174 chilometri) è dedicata alla terza Edizione del Memorial “Giorgio Frigerio”. imprenditore di successo e grande appassionato di ciclismo che in giovane età è mancato all’ affetto dei suoi cari e di tanti sportivi. La corsa è nata con l’obiettivo di lanciare nel mondo dei professionisti diversi giovani, negli anni ha definito il Ghisallo come simbolo e punto di riferimento.Tra i protagonisti più attesi del Piccolo Giro di Lombardia internazionale under 23 in programma ad Oggiono (Lecco) il prossimo 1° ottobre ci saranno sicuramente i ragazzi del Team Colpack che stanno vivendo un 2017 esaltante. 
Il team manager della formazione bergamasca Antonio Bevilacqua non ha nascosto le proprie ambizioni: “Per noi il Lombardia baby è un obbiettivo molto importante della stagione e vogliamo sicuramente ben figurare, proveremo a vincere la corsa. Non sarà però facile perché ci dovremo misurare contro i migliori del mondo, ma vogliamo essere protagonisti”.
Chi sarà la punta della squadra per la gara organizzata dal Velo Club Oggiono? “Punteremo molto su Filippo Zaccanti, – conferma Bevilacqua – ma insieme a lui schiereremo una squadra molto competitiva con altri elementi che hanno tutte le carte in regola per ottenere un buon risultato".
Punto di partenza ore 12 e arrivo attorno alle 16 del Piccolo Giro è il comune di Oggiono (viale Vittoria)  . Nell’edizione passata della corsa al via si sono schierati 184 concorrenti, con ben 19 formazioni straniere. A prevalere è stato il belga Harm Vanhoucke (Lotto Soudal U23), precedendo l’italiano Andrea Vendrame (Zalf-Fior) e un altro belga, Bjorn Lambreght (Lotto Soudal U23). .Come sempre i concorrenti nel finale affronteranno le salite di Madonna del Ghisallo (da Bellagio), Colle Brianza e Marconaga di Ello. Anche quest’anno la Rai trasmetterà un’ampia sintesi del Giro di Lombardia under 23. La classica andrà in onda su Rai Sport 1 .   Al vincitore  andrà uno splendido trofeo appunto dedicato a Giorgio Frigerio mentre chi si classificherà primo nel gram premio della montagna verrà consegnato il trofeo alla memoria di Valentino Ravasi. "c'è una importante particolarità che fa del giro uno degli eventi più significativi nel ciclismo giovanile  - spiega Daniele Fumagalli presidente del Velo Club Oggiono - perchè il Piccolo Giro della Lombardia è  la vetrina per corridori che poi sono diventati professionisti partecipando a giri a tappe e classiche internazionali"